Categorie
ARTI MARZIALI BENESSERE SVILUPPO PERSONALE

La scelta del “buon insegnante di KUNG FU”

L'ambiguità del titolo, vuole già essere un primordiale spunto di riflessione per questo particolare articolo...

Chi lo legge potrebbe infatti interpretarlo in due modi:

1) Da allievo... intendendo la decisione di chi dovrebbe fargli da insegnante...

2) Da insegnante... alludendo alle "scelte" che caratterizzano un buon insegnante da quello mediocre al ciarlatano...



In questi ultimi anni, ho visto farsi strada una sacco di "mosse" (per lo più di marketing) atte a FARSI SCEGLIERE come docente differenziandosi in un ambiente saturo di ogni tipo di guida, tuttavia, alla fine, i meccanismi con cui i potenziali allievi scelgono il proprio riferimento, per quanto ci si sforzi a voler "aiutare", vengono prese quasi esclusivamente su basi emotive o comunque attraverso dinamiche legate alle "convinzioni" (ergo, SENSAZIONI!)

E' indiscutibile che, in ultima analisi, un potenziale allievo si affidi alla "credibilità" di un potenziale maestro... ma in tal senso si commettono un'atavica serie di errori cognitivi che conducono sempre ad un alto turn over come epilogo. (fatto salvo la casualità con cui si finisca per intercettare un talento affine al docente)

Insegnante o “Maestro”?
In vari articoli che puoi trovare anche qui in questo blog, ho trattato la questione "tipo di docente" con l'intento di offrire una maggior chiarezza... un mirino più efficiente che possa servire a centrare concretamente la guida GIUSTA.

Senza obbligarti ad altre letture (che comunque puoi decidere di affrontare in completa autonomia) mi basta che tu comprenda un banale concetto che differenzia i due tipi di leader:

INSEGNANTE: è la figura che sommariamente aiuta nell'imparare a viaggiare in autonomia! Non fornisce "la via" su cui camminare, ma tutti gli strumenti necessari a farlo "in libertà".

MAESTRO: la stessa radice etimologica della parola fa riferimento alla "trave maestra"... in altre parole, si tratta di un riferimento il cui ruolo prevede anche la definizione della via sulla quale viaggiare.

Saper intercettare le reali esigenze e lo scopo di un potenziale allievo
Se dovessi darti un parere ONESTO  e DIRETTO da insider sull'argomento, ti direi che la stragrande maggioranza dei docenti, è in realtà INCAPACE o NON SUFFICIENTEMENTE INTERESSATO ad aiutare in tal senso.

Nel corso degli ultimi 30 anni non ho potuto non notare la gara ad accalappiarsi più allievi possibili indipendentemente dalle reali esigenze di chi cercava un APPRODO SICURO durante il proprio viaggio.

- Nessun target dichiarato con onestà da parte delle scuole... l'importante era vendere il corso "a tutti"!!! 
(SIAMO ONESTI... quante volte hai letto claim pubblicitari che rimarcavano l'idiozia dell'essere IL PRODOTTO GIUSTO PER CHIUNQUE?!?!?!)

- Nessun RISULTATO CERTO dichiarato!!! Tu intanto paga... se i risultati non arrivano è COLPA DELL'ALLIEVO! (VERO che spesso un individuo è CONVINTO di risultati alla propria portata fino al giorno in cui si tratta di pagare il prezzo per ottenerli... in questi casi, un docente onesto prende in mano la situazione e con franchezza fa un PUNTO ONESTO con lo studente e RIvaluta insieme a lui il margine o meno di possibile adattamento... ma accade molto di rado, e comunque l'allievo HA PAGATO UN BEL PREZZO PER DIVENIRNE CONSAPEVOLE!)

- NESSUNA REALE COMPETENZA DA FORMATORE... ex sportivi dal passato in cui hanno ottenuto risultati agonistici; invasati o EGOMANI "ex invasabili" in cerca di adepti che alimentino la filiera gerarchica di cui ORA si trovano ai piani alti se non al vertice; persone sommariamente oneste, ma "scarsamente competenti" che intrattengono a pagamento altre persone che cercano una distrazione dai problemi quotidiani.



ECCO... dietro ad alcune incapacità come formatori, si possono potenzialmente celare un sacco di figure diverse...

Se si tratta di corsi "attraverso cui staccare la spina", fondamentalmente IL PROBLEMA NON SUSSISTE!

Ma se si tratta di "percorsi formativi a sfondo SVILUPPO O CRESCITA PERSONALE", allora l'antifona cambia e come!!!

Mettersi nelle mani di un incompetente inconsapevole (o disonesto... fa poca differenza a lato pratico) ESPONE AD UN RISCHIO TROPPO GRANDE PER NON ESSERE PRESO IN CONSIDERAZIONE!

Ergo, se non si è totalmente FOLLI o pre-condannati da PIGRIZIA, PRESUNZIONE o ARROGANZA, si farebbe bene a drizzar le antenne, ed evitare come la peste di CERCAR DI NON PAGARE IL PREZZO PER I RISULTATI CHE SI VANNO CERCANDO!


I percorsi di crescita e sviluppo personale hanno sempre un prezzo da pagare MOLTO ALTO!

...se sei in grado di comprendere questo concetto, allora DEVI STARE LONTANO da qualsiasi corso e (specialmente) da qualsiasi DOCENTE che ti offra SOLUZIONI "FACILI" (o "difficili" ma senza indagare minimamente le reali esigenze che stai cercando di appagare come studente)

Se invece come "docente", fai parte di quella categoria di individui che IN BUONA FEDE non aveva mai preso in considerazione lo SVILUPPO DI ABILITA' COME FORMATORE, allora puoi porvi rimedio iniziando ora!

Se invece sei UN "INSEGNANTE DI KUNG FU", ed hai almeno coscienza della differenza che passa tra il concetto di arte marziale (WU SHU) e quello di tempo ed energia impiegato per sviluppare abilità e migliorare (GONG / KUNG FU),beh...

...temo ci sia bisogno di un'urgente BAGNO DI UMILTA' e corsa al RIMETTERSI A STUDIARE VERAMENTE!!!

Cosa che, tra l'altro, un insegnante di kung fu non dovrebbe MAI SMETTERE DI FARE di default...



Buona riflessione...


Sergio Simoncelli Insegnante Gong Fu

                     Zaijian  -Sergio-
Categorie
Senza categoria

Guida pratica per evitare “banali figure di merda” quando si parla di bias cognitivi, analfabetismo funzionale e affini… gettando “del marrone” sulla propria intelligenza e livello di cultura!

Ti è mai capitato di sentir nominare il fenomeno dell’ormai famigerato analfabetismo funzionale?

Sei sicuro di “aver compreso bene di cosa si tratta”?

Non sei proprio uno scienziato dei sistemi cognitivi ma ti interessa tirarci fuori qualcosa di utile per te e gli altri?

Mettiti comodo e leggiti questo articoletto.

Non ne uscirai certo con una “laurea in scienze della comunicazione”, ma ti prometto che il quadro ti risulterà molto meno nebbioso del solito e ti ritroverai in saccoccia qualche strumento in più per capire di cosa si sta parlando.

 

Categorie
BENESSERE SVILUPPO PERSONALE

E CHE PALLE con “sta storia DEL giudizio”!!!

Nonostante siano passati 6 anni dall’ultima volta che ho scritto un articolo sul “famigerato GIUDIZIO”, mi rendo perfettamente conto che c’è un bisogno sconfinato di chiarezza e di affiancare la CAPACITA’ DI COMPRENDERE all’ONNIPOTENTE “ATTIVITA’ DEL CREDERE”.

Quotidianamente mi imbatto in sproloqui sulla libertà, la fede, il benessere, il pensiero positivo e sto benedetto GIUDIZIO che si è ormai guadagnato una marmorea reputazione di male assoluto!

Ma siamo sicuri di avere compreso DOVE STIA IL PROBLEMA?!?

Categorie
BENESSERE SVILUPPO PERSONALE

FORMA e SOSTANZA quando si comunica…

L’essere umano è senza dubbio un animale sociale, e per questo non può vivere senza comunicare.

Qualcosa di talmente importante, che dovrebbe accendere un campanello d’allarme ogni santa volta in cui “questo bisogno primordiale” finisce per rivelarsi un portale spalancato per frustrazioni e malessere in generale!

A chi non è mai capitato di ritrovarsi invischiato in “discussioni” (o ancora peggio in veri e propri litigi!) che lo coinvolgono direttamente o come semplice spettatore?

Cos’è che si nasconde dietro a questo fenomeno (purtroppo) tanto diffuso?

Mettiti comodo, e proviamo a ragionarci con calma…

Categorie
ARTI MARZIALI BENESSERE SVILUPPO PERSONALE

STUDIO VERTICALE vs STUDIO ORIZZONTALE

Chi frequenta il mondo “SANO” delle arti marziali tradizionali (ma in realtà anche qualsiasi corso che contempli una CRESCITA PERSONALE “VERO”), si dovrebbe essere imbattuto nel concetto:

“STUDIO VERTICALE e STUDIO ORIZZONTALE”.

Al di là delle speculazioni marziali che prendono forma da questo concetto, trovo che in questo particolare periodo storico (segnato dal COVID) sia un argomento su cui vale la pena schiacciare qualche riflessione in più…

Categorie
BENESSERE SVILUPPO PERSONALE

MENTE, CUORE e CORPO… cosa in realtà ci sfugge e perchè la visione “orientale” può venirci incontro per fare un po’ di chiarezza…

Una delle cose che mi sta colpendo in questo “periodo del covid”, gravita attorno ad un fenomeno che, sommariamente, vede una certa “diffusa sensibilità innegabile” che manda in tilt la capacità di ragionare in prossimità dell’epilogo.

In altre parole:

La maggior parte delle persone “capta/intercetta” il problema comune, ma la procedura interna finisce inevitabilmente per “polarizzare” gli epiloghi, e concludere in un costante “puntare il dito sulla stupidità dell’altra fazione“!

Ora… questo fenomeno sociologico, non è certo “qualcosa di nuovo”.

Anzi, a dire il vero “l’ultima versione del Marketing attualmente più efficace”, si fonda proprio sui medesimi cardini.

Ma la domanda che sarebbe utile porsi è:

“Ma che cazzo sta succedendo al cervello delle persone?!?!”

Categorie
Senza categoria

I “CAVALCATORI delle difficoltà emotive”…

 

Ti sei mai ritrovato in un “periodo difficile” della tua vita?

Hai mai incontrato quelle persone che hanno da rimarcare proseliti ridondanti “sulla negatività della rabbia”, sul “cuore chiuso”, sul giudizio, sull’ego e affini?

Hai fatto caso che spesso “le due cose coincidono” PER MAGIA?

Ora, se hai attraversato, stai attraversando o sei consapevole del fatto che la vita potrebbe porre davanti al tuo cammino “un periodo veramente tosto da affrontare”, nelle righe a seguire ho deciso di cercare di concentrare “qualche spunto” che deriva dalle lezioni che ho potuto cogliere nelle esperienze che ho vissuto e che sto tutt’ora vivendo in questa fase di vita.

Se hai voglia di affrontare una lettura “corposa”, e metterti in saccoccia qualcosa di veramente importante e che potrebbe rivelarsi una sorta di “vaccino” contro una malattia tremenda, mettiti comodo e dacci dentro.

A fine articolo troverai il consueto form dedicato ai commenti, alle domande e a qualsiasi contributo ti vada di vada di integrare…

Categorie
BENESSERE SVILUPPO PERSONALE

La “negatività” della RABBIA… ATTO FINALE

Perchè in una società dove circolano liberi AVVOLTOI e SCIACALLI faresti meglio ad avere le idee ben chiare…

Questo non è sicuramente il primo articolo che scrivo sulla rabbia, e probabilmente non sarà neppure l’ultimo… (purtroppo)

In una società composta da “persone comuni” abituate a navigare col pilota automatico, capita sovente di incappare in qualche “forma di vita opportunista” intimamente persuasa (e non a torto) di poter intascare affari facili attraverso degli incontri più o meno casuali.

La verità che si fatica a digerire, e soprattutto inquadrare con chiarezza, è la FOLLIA che imperversa in relazione alla mistrattata emozione della rabbia.

Visto che mi sono imbattuto nell’ennesimo saprofago emotivo giusto qualche giorno fa, ho deciso di “cogliere l’occasione” per ribadire alcuni concetti che sarebbe ora venissero definitivamente compresi e fatti propri.

SENZA PRETESA ALCUNA, e nella legittimazione del “libero arbitrio umano”.

EVITARE DI ESSERE UNA VITTIMA DELLA PROPRIA IGNORANZA (e della furbizia altrui), oggi è una scelta… NON UN OBBLIGO!

Categorie
Senza categoria

SENTIRE, ASCOLTARE, OBBEDIRE…

In questo articolo vorrei accendere i riflettori sull’uso di 3 semplici parole estremamente importanti nelle interazioni educative, il cui significato viene (a torto) spesso sovrapposto.

Queste parole sono sentire, ascoltare e obbedire.

Se ti stai chiedendo “cosa centri questo con le arti marziali”, ti invito immediatamente a mettere in atto alcune semplici riflessioni:

  • Nelle arti marziali “qualcuno insegna”?
  • In ciò che tu intendi con insegnamento, esiste un collegamento con l’educazione?
  • Nei corsi che frequenti, esistono discussione e ragionamenti? …o ci si limita ad eseguire ed emulare una guida “muta”? 

Se siamo sulla stessa linea d’onda, allora prosegui pure con la lettura…

Categorie
ARTI MARZIALI BENESSERE SVILUPPO PERSONALE

AUTORITA’, AUTORITARISMO e AUTOREVOLEZZA

Una delle verità che più mi perplime quando interagisco con alcune persone, è la più o meno VACUA e FUMOSA idea confusa che si ha in merito al concetto di AUTORITA’ e dalle due parole che ne derivano: AUTORITARISMO e AUTOREVOLEZZA.

Le mie perplessità nascono dal semplice fatto che ogni organizzazione sociale viene atavicamente strutturata in base a due concetti che da essa derivano: ordine e gerarchia.

Paradossalmente, proprio la maggior parte delle persone che “ne parla a sproposito”, poi mostra un latente bisogno di contatto con la natura e “le sue regole” primordiali…