5 GRADI DI MUTAMENTO (seconda puntata)

In scia ad un primo articolo di 4 anni fa abbozzato sull’argomento, (e su richieste di ulteriori chiarimenti) ho deciso di iniziare una “serie di articoli in puntata” per integrare step by step il viaggio nello sconfinato oceano dei 5 gradi di mutamento.

 

Un recall al concetto di fondo…

Il bug cognitivo in cui di solito incappa il curioso occidentale medio, è quello di “dimenticare” l’approccio dinamico che serve per decifrare correttamente i concetti legati all’argomento.

In poche parole: si tende a considerare i “gradi di mutamento” al pari di 5 elementi ben divisi che rappresentano qualcosa di “statico e ben definito”.

Metaforicamente:

“pensa alle fasi di un’intera esistenza umana suddivise (per comodità espressiva) in nascita, giovinezza, età adulta, età matura, vecchiaia e morte…

…nascita e morte sono rispettivamente la parte in uscita ed entrata di una FASE LATENTE, potenziale (ACQUA)…

…la giovinezza è tutta quella fase dopo la nascita, in cui la “spinta alla crescita” è estremamente diretta e verso l’alto… (LEGNO/ALBERO)

…l’età adulta rappresenta la FASE in cui questa crescita SI ESPANDE e raggiunge il suo culmine (30/40 anni)… (FUOCO)

…quella matura è la parte successiva, dove si iniziano a raccogliere i frutti e si inizia ad apprezzare il “piacere” che da essi derivano… le energie iniziano ad “invertire la rotta” e iniziano a muoversi verso il basso… (TERRA)

…la vecchiaia è la penultima fase, quella post raccolto in cui il decadimento è ormai più imponente della spinta a crescere… la fase in cui si sfruttano quasi esclusivamente i “frutti” prodotti ed i suoi derivati… l’energia si muove “verso il centro”… (METALLO)

Ciò che NON VA PERSO DI VISTA, è che ci si sta riferendo AD UNA VITA!!!! 

LO STESSO ciclo vitale è “osservato” in 5 momenti diversi, che vengono associati a FASI DIVERSE.

Ecco quindi che per DECIFRARE correttamente i concetti annessi, si deve partire da 2 presupposti:

  1. CI SI RIFERISCE “A CICLI”
  2. LE FASI “FANNO PARTE DI UNO STESSO CICLO”

La CICLICITA’… un presupposto da non trascurare mai.

A monte delle 5 fasi con cui si delineano i mutamenti all’interno di un CICLO DI VITA, esiste un’altra accoppiata di MACRO-FASI che in oriente (ma non solo) rappresentano praticamente LE FONDAMENTA di ogni concetto vitale:

YIN & YANG

 

 

Se guardi le due immagini qui sopra, rappresentano entrambe delle “dualità”…

MA SOLO LA SECONDA raffigura un’INTERAZIONE ARMONIOSA

 

Metaforicamente, pensa al Cuore e alle fasi di SISTOLE & DIASTOLE…

…o ai Polmoni, riferendoti ad ISPIRAZIONE & ESPIRAZIONE…

YIN…

…è la fase associata alla “CONTRAZIONE”  (pensa ad un modo di esprimere il suono “contraendo” la bocca!)

 

YANG…

…sempre immaginando di esprimere il suono, ma stavolta “aprendo la bocca”, rappresenta la fase associata all’ESPANSIONE…

 

Riassumendo…

  • UN CICLO
  • 2 MACROFASI (YIN&YANG)
  • 5 FASI (5 GRADI DI MUTAMENTO)

Qualcosa di semplice, forse apparentemente banale, ma che non lo è affatto nel momento in cui si perde di vista la visione d’insieme e si finisce per ragionare “a compartimenti stagni” o identificandosi in una sola fase

 

Hai presente quei filmati in super TIME LAPS costituiti da una foto al mese scattata ad un figlio per anni?!??

Ognuno di quei fotogrammi, rappresenta UNA FASE…

…ma è IL FILMATO INTERO a rappresentare l’evoluzione del soggetto…

 

In una successiva puntata…

…parleremo di alcuni motivi che spingono “umanamente” a legarsi SOLO ad alcuni specifici fotogrammi, o a rinnegarne altri…

 

   – zaijian –

 

Sergio Simoncelli Insegnante Gong Fu

                          Sergio

Condividi su:
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.