TAI JI… di cosa dovresti prendere atto prima di iscriverti a qualsiasi corso!

Uno dei comportamenti che più mi ha colpito in piu’ di 20 anni di pratica del tai ji, è la quasi totalità di un approccio ARROGANTE ad una disciplina che “si fonda sul CONCETTO DI ARMONIA”.

Questo in una paradossale risonanza tra allievi (inesperti) e “maestri” che di esperienza dovrebbero averne da vendere… (“da offrire” mi sembrava fuori luogo!)

Mentre sto scrivendo, mi sorseggio una calda tisana a the verde dopo aver appena finito il mio fantastico panino al prosciutto crudo…

Sono in convalescenza dopo un intervento chirurgico che mi “forza all’inattività fisica”, e se, conoscendomi, te lo stia chiedendo, è proprio per questo che mi privo della puntuale Redbull che uso per “doparmi” quando di solito ho intenzione di scrivere molto! ^_^

NO! Non sono impazzito…

Ho deciso di esordire con questo tipo di “outing”, proprio per accendere i riflettori sul tipo di atteggiamento mentale che caratterizza (purtroppo) la grande maggioranza di chi frequenta l’ambiente del self help, la cura di se e il “benessere” in senso generale.

E che sono sicuro “abbia i brividi” nel leggere queste prime righe!!!

Già, perchè CHI studia e pratica il tai ji dovrebbe farlo esattamente con questa finalità…

Grazie al tasso di Taurina basso, in questo frangente riesco a rivolgermi a quelli che invece lo studiano “con finalità marziali”, in modo più pacato e meno diretto del solito:

“Ti risulta forse che in Cina (che ha dato i natali a questa nobile disciplina) esistano forze di polizia o combattenti che usano il tai ji”?!?!?!??!?!?

Nella malaugurata ipotesi che qualcosa dentro di te ti spingesse ad aprire una fottuta polemica sterile sulla questione, ti invito gentilmente a “lasciar perdere la lettura qui e a prendere la pillola di Morpheus che ti farà RISVEGLIARE il giorno dopo come se niente fosse”…   

So che si tratta di un film, ma QUALCUNO, al di là dell’immergersi proprio in questo, nella vita reale NON HAI ALCUNA SPERANZA! (o forse ha solo quella! … e di solito è proprio il genere di persone che hanno avuto i brividi un attimo fa!)

Per quelli un po’ meno invasabili (o invasati)…

…si tratta di dover affrontare CONVINZIONI e BIAS COGNITIVI vari, che riempiono la mente di una montagna di stronzate… e, con tutto il rispetto, non ho tempo da perdere in “battaglie senza senso”!

Perchè il PUNTO della questione è proprio questo!!!!:

  • Ma come?!?!?  Panino con il prosciutto crudo?!?!?! ( SI! …e di solito è pure pane bianco e al posto del crudo ci trovo della soppressa veneta o della mortadella… il fatto che talvolta usi del pane integrale con bresaola o arrosto di tacchino NON DEVE FARTI CONFONDERE!!! 😉  )
  • Ma come!?!??!?!?  La redbull?!??!?!?! (SI! … voglio morire giovane, e la pubblicità del “mettere le ali non è così ingannevole come si crede”!!!! Se sono stato abbastanza bravo diventerò un angelo, al limite mi accontenterò di un pipistrello… che a sua volta mi trasformerà in BATMAN o il nuovo CONTE DRACULA! 😉  )
  • Un maestro di tai ji non dovrebbe farlo!!!!!   (AAAAAaaaaahahahahahahahahahhahahahahahahahahahahahahahaha!!!! E chi sarebbe questo fantomatico “maestro”!??!?!)

 

Ok che per “ritrovarsi, a volte è necessario perdersi”… ma VAGARE NEL VUOTO COSMICO DELLA CONOSCENZA spinti dal motore perpetuo delle proprie convinzioni, NON SI RIVELERA’ MAI la scelta azzeccata!!!

Tecnicamente, tutta questa sorta di “pippa introduttiva”, ha a che fare con “bias cognitivi” di cui la maggior parte delle persone è affetta…

Si tratta di “distorsioni cognitive” che derivano da credenze che si acquisiscono in ambienti vari (da quelli educativi, a quelli di gioco, a soprattutto quelli “di culto” e che nelle “tipiche scuole” vengono semplicemente SFRUTTATI PER VENDERE!)

Tipo:

Faccio tai ji PER ESSERE CALMO… (invece di, PER FARE TAI JI devo essere calmo!)

Faccio tai ji perchè SONO IN ARMONIA… (invece di, “faccio tai ji” perchè è un ottimo strumento per tentare di riarmonizzare lo stile di vita occidentale di cui faccio parte… E FUNZIONA “A PATTO” DI FARLO CORRETTAMENTE!!!!!)

 

Queste credenze finiscono per andare a plasmare le matrici delle “strutture mentali” che abitualmente ogni essere umano utilizza, per lo piu’ inconsapevolmente, durante tutte le 24h di ogni singolo santo giorno che compone l’intera esistenza!

ECCO PERCHE’ se “non hai la minima idea di COSA SIA UNA CREDENZA” potresti potenzialmente finire in UN TUNNEL SENZA FONDO PER LA TUA INCONSAPEVOLEZZA!

Altro che benessere!!!!

Una questione è stare BENE VERAMENTE, altra storia è “convincersi di star bene”!!!!

Prima che ti parta la giustificazione o il SE, MA, FORSE, PERO’ compulsivo, immagina di essere seduto a tavola…

…davanti a te 2 cioccolatini (e tu sei goloso/a di cioccolatini!!!!)… che “appaiono identici”, profumano dello stesso cioccolato, ma DENTRO, uno ha la cioccolata, l’altro è ripieno di merda!!!!!!!!

TU NON LO SAI e cacci in bocca!!!!

Cosa dici…?  In base a quello dei due che masticherai e succhierai tra qualche istante, PENSI VERAMENTE CHE GLI EFFETTI SARANNO GLI STESSI?!?!??!!?

OTTIMO!!! Allora “sopprimi serenamente” tutti i SE, MA , FORSE, PERO’ e NO che tentano di farsi spazio tra i tuoi pensieri! 😉

PERCEZIONE vs REALTA’…

Ciò su cui vorrei che tu ti focalizzassi ora, è la differenza che c’è tra la percezione e la realtà in cui siamo immersi…

Ormai quasi ogni auto è dotata di un navigatore… “la mappa che viene rappresentata sul navigatore”, NON E’ IL TERRITORIO che stai percorrendo, e non è neppure IL MEZZO CHE STAI UTILIZZANDO! Ok?

Allo stesso modo, la rappresentazione della realtà che opera la nostra mente, e la realtà dove siamo immersi, NON SONO LA STESSA COSA!

Cosa succederebbe se la mappe del tuo TOMTOM non fossero correttamente aggiornate e ti basassi solo su quelle per muoverti con la tua auto?

TE LO DICO IO PER ESPERIENZA PERSONALE: 

Mentre volevi semplicemente recarti da un cliente (che si trova a pochi chilometri da dove sei tu) per effettuare una consegna in pochi minuti, finirai per ritrovarti inchiodato in mezzo ai campi a poche centinaia di metri dal tuo cliente, infangato in un guado mezzo asciutto che la mappa “aveva decifrato come MIGLIOR STRADA PERFETTAMENTE PERCORRIBILE PER GIUNGERE LA DESTINAZIONE NEL MIGLIOR MODO POSSIBILE”!!!!

Ora, non è mia intenzione APRIRE in questo articolo un capitolato universale sulla PERCEZIONE, tuttavia, almeno l’ABC del funzionamento della mente, DOVREBBE ESSERE “TUO INTERESSE” AVERCELO IN INVENTARIO!

Per comodità, ti metto il link ad un altro articolo dove questo ABC puoi trovarlo in un attimo: Clicca QUI

 

Se da “persona intelligente” hai seguito il mio suggerimento, ORA POSSIAMO TORNARE ALLA QUESTIONE DEL “TAI JI”!

Nelle prossime righe “non ti parlerò” di maestri che dovresti seguire o meno (ti basta scrivere la parola MAESTRO nella casella di ricerca e trovi da leggere per settimane!!!!)…

…”non leggerai nulla” che riguardi insondabili cenni storici (che con il tuo benessere avranno tuttavia la stessa utilità di un culo senza il buco!)…

… e soprattutto NON TI RIVELERO’ NESSUN “SEGRETO MISTICO” o la “via giusta da intraprendere per raggiungere i tuoi obbiettivi frequentando il corso di Tai Ji ADATTO a soddisfare le tue esigenze personali…

Voglio solamente “tentare di mostrarti” una PICCOLA VERITA’ CONCETTUALE che è assolutamente indispensabile  SE AD INTERESSARTI E’ UN REALE CONCETTO DI ARMONIA ed un BENESSERE non accostabile all’effetto di un oppiaceo (o ancora peggio al metadone)!

 

IL TAO, la MENTE e il CORPO.

Qui nel blog puoi trovare una marea di risorse che approfondiscono il discorso…

Ora però voglio che “ragioni”, e ti soffermi semplicemente sulle prossime basilari righe…

LA PERSONA UMANA, in un’ottica Taoista (in cui affonda le sue radici la pratica del Tai Ji), è la rappresentazione “vitale” dell’interazione MENTE-CORPO!

Significa che in una persona in armonia, MENTE e CORPO interagiscono senza resistenze di alcun tipo.

Questo PRINCIPIO, quando lo applichiamo AL CORPO, è piuttosto visibile…

Ma per rivelarlo sul piano mentale, è necessario scandagliare ciò che succede tra le orecchie di un interlocutore, attraverso una conversazione o una discussione.

Se osservi un praticante di Tai Ji dotato di una certa abilità, noterai sicuramente un’avvolgente ARMONIA nei movimenti… fluidi e continui come una sorta di danza.

E’ vero che, se non possiedi una certa competenza, sarà molto difficile “intercettare” la correttezza tecnica che distingue un BUON TAI JI da una semplice danza! (se sei una ballerina TI PREGO di non voler interpretare questo SEMPLICE come qualcosa che sminuisca la danza!!!)

IL PUNTO è che, se ti muovi CORRETTAMENTE e questi movimenti sono permeati da continuità e fluidità, E’ FUORI DISCUSSIONE CHE “IL LAVORO FISICO” stia lavorando nel modo più o meno adeguato!!!!!

L’altra faccia della medaglia, è rappresentata tuttavia dalla MENTE!

E QUI CASCA L’ASINO…!!!

Perchè a parte un’improbabile “disattivazione della mente” durante la pratica per un occidentale medio, la questione è:

LA MENTE non può e non deve essere disattivata DURANTE LA FASE DI APPRENDIMENTO!!!!!!

Te la ridico: finche stai imparando, la TUA MENTE “DEVE” non solo RIMANERE ATTIVA, ma rivelarsi ADATTA AD UNA GESTIONE PSICOMOTORIA EFFICIENTE!!!

Ecco quindi che crolla come un castello di carte al primo colpo di vento, tutta quella serie di SLOGAN da VENDITORE DEI POVERI che spaccia STRONZATE per ORO COLATO come “la mente che mente”; “la mente per imparare non serve”; la mente durante la pratica non deve esserci”, o ancor peggio “FINCHE PRATICHI I PROBLEMI CHE AFFLIGGONO LA MENTE DEVONO RIMANERE FUORI DALLA PORTA DELLA PALESTRA”!!!!?!?!??!?!

L’unica cosa che la mente è vero che non deve fare in quegli ambienti, E’ FUNZIONARE CORRETTAMENTE!!!!   

Altrimenti L’AFFARE NON SI FA, e il “furbo di turno” non può andare in vacanza con i tuoi soldi ad “alimentare quella serenità (economica) CHE TU gli stai offrendo in cambio di fuffa”!!!!!

Prova a far imparare il tai ji a qualcuno in stato vegetativo con l’elettroencefalogramma piatto!!! (LA MENTE IN SILENZIO ASSOLUTO!)

Capisci?

A questo punto, ecco che “dovrebbe” apparirti IMPORTANTE (al pari di un’efficenza fisica armoniosa) anche l’efficienza mentale armoniosa!

Perchè se devi imparare qualcosa, FISICAMENTE SEI PERFETTAMENTE EFFICIENTE (sarebbe un caso inspiegabile!), ma mentalmente sei “otturato come l’unico tombino centralizzato di tutte le fogne di Calcutta”, beh…

…potresti pagare un abbonamento anche per 10 ANNI, ma fino a quando “non sistemerai” il casino che ti affolla la zucca, RISULTATI REALI “NON NE VEDRAI MAI UNO”!!

Si delinea così una sottile linea della verità che separa “chi si iscrive e pratica semplicemente per sentirsi occupato” (i cinesi li chiamano “quelli che muovono SOLO l’aria”), e chi invece sta imparando un metodo millenario per ripristinare e coltivare l’armonia interiore (che in Cina ti ricordo essere “alla base” dello stato di salute)

CONVINZIONI, BIAS COGNITIVI e STRONZATE “PERCEPITE INTERNAMENTE COME ORO COLATO”, rappresentano tutta quella “merda” che nella metafora di prima, riempie e blocca il circuito fognario di Calcutta (la tua mente)!

 

La BUONA NOTIZIA è che puoi prendere in mano il problema, assodare una squadra di “professionisti degli spurghi”, e risolvere la questione con relativa SEMPLICITA’… ma “con la dose di IMPEGNO QB”!!!!

Più sarai UMILE e VOLENTEROSO, più sarà ridotto il TEMPO perchè questo avvenga…!

A cascata (per pura logica), un insegnante che “sulla mente NON SA NULLA”, pensi che ti possa in qualche modo aiutare a raggiungere un’ARMONIA AUTENTICA?!?!?!

Non è un caso che “nell’ambiente” spopoli una distonica speculazione sul concetto di “equilibrio”. (che sul piano “dinamico” non ha alcun valore)

L’armonia autentica, può essere raggiunta solo esclusivamente con una MENTE ARMONIOSA che interagisce armoniosamente con un CORPO ARMONIOSO!

Il resto è FUFFA per ABBOCCATORI COMPULSIVI alla ricerca di risultati facili e magari pure veloci! 😉

 

PS. se osservi con una certa attenzione il simbolo del TAO ad inizio articolo, l’idea che traspare è quella “dinamica” dell’ARMONIA.

Un simbolo che rappresentasse una semplice dualità IN EQUILIBRIO, sarebbe definito dalla seguente immagine:

Mentre una pratica A MENTE ZERO, sarebbe rappresentata da un semplice CERCHIO TUTTO NERO o TUTTO BIANCO!

 

😉

 

Buona riflessione

 

Sergio Simoncelli Insegnante Gong Fu
Zai Jian
Condividi su:
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.