Categorie
ARTI MARZIALI

L’X FACTOR che differenzia Sport da combattimento, Difesa Personale e Arti Marziali Tradizionali…

X FactorCon Arti Marziali vengono intese comunemente “tutte quelle discipline che hanno a che fare con il combattimento”…

Ma soprassedendo allo scopo “prettamente comunicativo” di tale generalizzazione, vorrei entrare nel merito di un approfondimento più pratico, attraverso cui fornire un tassello fondamentale per un processo decisionale consapevole, che PARADOSSALMENTE “viene sempre CASUALMENTE omesso”:

“L’X FACTOR“… ovvero lo SCOPO REALE “del TIPO DI CONFRONTO” per cui una disciplina è contemplata!

Lo so… abbiamo già parlato “di questo terzetto” in un altro paio di articoli, e il trend degli ultimi scritti è stato fortemente incentrato sul VALORE INCOMPRESO di un buon livello di consapevolezza “in fase di scelta”…

Data tuttavia la ridondante richiesta di “informazioni utili in tal senso” che mi sono pervenute via mail negli ultimi giorni, ho capito 2 cose:

  1. Le persone si stanno rendendo conto dell’importanza della fase di scelta…
  2. Hanno capito che “finalmente qualcuno” ha abbandonato la VIA STITICA in ambito informativo e ha innescato meccanismi a “tutela reale” soprattutto per gli iscritti (e NON SOLO per le proprie tasche!)

Per cui eccomi di nuovo al lavoro in tal senso

IL VERO “X FACTOR”…

Contrariamente a quanto viene creduto, (ovvero che IL FATTORE DIFFERENZIANTE “REALMENTE utile per chi si iscrive” sia riconducibile a qualche MOSSA SEGRETA o SEGRETO DI FAMIGLIA MARZIALE che SOLO L’ILLUMINATO DI TURNO PUO’ RIVELARE!) ciò che è indispensabile CHIARIRSI UNA VOLTA PER TUTTE è l’assoluta importanza del TIPO DI SCUOLA e del VALORE DELLA PROPRIA GUIDA!!

“IL GUAIO” è, che per poter “discernere” in modo efficace tra CIARLATANI & SCUOLE “FUFFA” e la loro “VERSIONE POSITIVA”,  è necessario accettare il prezzo di ROMPERSI LE PALLE come potenziale allievo, e cercare di CAPIRE VERAMENTE “COSA CONTRADDISTINGUE UN DOCENTE VALIDO da un ciarlatano”, e una SCUOLA “FUFFA” da una strutturata in modo CHIARO, INTELLIGENTE ed EFFICACE!

L’UNICO SEGRETO CHE HAI REALMENTE BISOGNO DI SVELARE (a te stesso!) per poter “scegliere BENE” tra una delle 3 categorie citate, è:

IL REALE SCOPO per cui una disciplina viene contemplata “NEL PRESENTE” attraverso IL TIPO DI CONFRONTO attraverso cui verrai allenato!!!!!

Già… perchè se TIZIO 50 anni fa era in grado di difendersi da 10 aggressori contemporaneamente… se CAIO metteva tutti KO sul ring al primo round… e se SEMPRONIO era in grado 500 anni fa di lasciare stecchiti “sul campo di battaglia” 50 avversari in un solo giorno… potresti scoprire “a tue spese” che OGGI, semplicemente in un contesto “diverso da quello del MITO”, NON FUNZIONERA’!

A meno che “tu non sia uno di quelli” persuasi da un po’ troppa TV, che onda energetica, punti segreti e FATALITY, faranno di te un AVENGER anche nella vita reale o il BALBOA del tuo paesiello!!!

Detto in altre parole:

  • Che la palestra che frequenti sia stata fondata da ROCKY in persona…
  • Che “lo stile” che studi sia “quello di Bruce Lee”…
  • Che a dare i natali al “metodo di difesa che studi siano stati RAMBO e CHUCK NORRIS”…

Spiacente… ma in termini di RISULTATI PRATICI REALI “NON CONTA NULLA”!!!   … ma non è lo stesso PER QUELLI “PERCEPITI”!!!

L’X-FACTOR  per gli “Sport da Combattimento”…

MMA

  • Qual’è IL VERO SCOPO per uno che pratica SPORT DA COMBATTIMENTO?
  • Qual’è il “metro di valutazione” dell’abilità?
  • Che tipo di confronto viene contemplato?

Per facilitarti il ragionamento…

Se oggi volessi iscriverti ad un corso di BOXE, chi sceglieresti?

  • La palestrina “sotto casa” di un “ignoto qualunque” dove ci si “allena semplicemente duro”?
  • O la palestra a 10 minuti di strada che ha sfornato 1 campione del mondo, 3 campioni europei, 6 campioni italiani, e una quarantina di campioni regionali?

Pur non essendo “così banale” come può sembrare, sul breve termine potrebbero entrambe rappresentare “LA VIA GIUSTA”… ma sul medio e lungo, la musica cambierebbe radicalmente in funzione di CIO’ CHE SI CERCAVA INTIMAMENTE:

Se ad interessarmi è un “confronto con me stesso” per MISURARE la mia tempra e capacità di resistere a SFORZI FISICI e PSICOLOGICI, sarà sicuramente sufficiente la “palestrina anonima”…

Se “lo spirito competitivo” ho però bisogno di sublimarlo nel confronto con gli altri e ho una “certa ambizione”, DI SICURO “troverò casa nel FORNO DEI CAMPIONI”!

LA CHIAVE per “poterlo capire in anticipo”, è prima di tutto “INQUADRARE IL MIO SCOPO E IL PREZZO CHE SONO DISPOSTO A PAGARE PER PERSEGUIRLO”… E POI “VERIFICARE LA COERENZA TRA CIO’ CHE UNA SCUOLA PROPONE E “I RISULTATI DI CHI LA FREQUENTA”!!!  (ne abbiamo già parlato in altri articoli!)

Ma cosa differenzia DI FATTO l’ambiente dello sport da combattimento da quello della difesa personale e da un corso di arti marziali tradizionali?

LO SCOPO E IL TIPO DI CONFRONTO!

In questo caso infatti, lo scopo è VINCERE attraverso un CONFRONTO SPORTIVO il cui METRO DI GIUDIZIO è il K.O.!

Non prendiamoci per il CULO!!!

“Non si COMPETE per PARTECIPARE… ma PER VINCERE”!!! Punto.

Se “non abbiamo aperta la VENA DELLA COMPETIZIONE”, nel giro di poco tempo la motivazione andrà a ZERO!

Aggiungiamoci che con il “passare degli anni”, LO SFRUTTARE IL PROPRIO CORPO per la competizione farà emergere PROBLEMATICHE DI VARIO GENERE…

Senza contare che, umanamente, più s’invecchia e più I TEMPI DI RECUPERO “SI DILATANO”!

“Craccato” il CODICE del tipo di confronto e lo scopo “dichiarato” di una scuola, posso scegliere in relativa sicurezza di OTTENERE “SODDISFAZIONE”!

L’X-FACTOR per la Difesa Personale…

Street fighter

Non menerò “il can per l’aia” raccontandoti “quella dell’orso”!!!

PER COME LA VEDO IO, questo tipo di corsi, “se rivolta a persone comuni”, PORTA PIU’ PROBLEMI DI QUANTI SI PROMETTE DI RISOLVERNE!

Se sei interessato a capire meglio “le ragioni di una tale posizione”, ti suggerisco di leggerti gli altri articoli che puoi trovare digitando “difesa personale” nella casellina “CERCA” di questo BLOG…

Passiamo “direttamente al sodo”:

Il codice dello scopo e tipo di confronto in queste discipline è: “La SOPRAVVIVENZA”!

Ci tengo a sottolineare che “non c’è nulla di personale” in questa considerazione… è PURAMENTE “FRUTTO DI SENSO LOGICO”…

Se “in uno scontro” ho la necessità di sviluppare l’abilità di difendermi, ciò che peserà pesantemente sull’ago della bilancia del confronto, sarà proprio la sensazione e capacità di “SALVARMI”!

Se ci rifletti, al pari della realtà da cui provengono “arti millenarie”, l’esigenza di una tale pratica era incentrata proprio sul dover “rendere inerme o NON pericoloso” un avversario, x riuscire a sopravvivere!

Visto che “di solito” chi opta per questo tipo di discipline “nutre una certa capacità immaginativa”, prova ad ipotizzare uno scenario in cui “SEI IN GUERRA”, t’imbatti in un altro INDIVIDUO CHE E’ IN GUERRA, e la “realtà con cui vi dovrete confrontare” è che o rimane in vita LUI o TE!

Contrariamente a quanto “viene PROMESSO” (anche discutibilmente sul piano etico e morale!), NON SARA’ MAI L’ABILITA’ TECNICA ACQUISITA a “metterti al sicuro” (per questioni legate a fattori psico-emotivi-pratici)… MA LA CONSAPEVOLEZZA DI “DOVER AGIRE PER SOPRAVVIVERE“!

Lo so che “il quadretto” del combattente “molto abile” che GESTISCE l’avversario “con il dislivello tecnico” rappresenta una prospettiva molto appetibile e VERA “a livello percettivo”…

Ma purtroppo, NELLA REALTA’ NON FUNZIONA COSI’!

L’unico fattore a fare PESANTEMENTE LA DIFFERENZA è LA “SOPRAVVIVENZA”!

Se ci rifletti, questo ti fa capire perchè SE CERCHI UNA VIA “PER SENTIRTI PIU’ SICURO”, quella del corso “di difesa personale” è al lato pratico la SCELTA PEGGIORE CHE TU POSSA FARE!!!

Mentre a livello “percettivo” la sensazione di sicurezza può prendere forma, sul PIANO PRATICO è paradossalmente INDISPENSABILE “IL CONTRARIO”!

Intendiamoci… NON STO’ DICENDO CHE “L’ABILITA’ TECNICA, PSICOLOGICA E FISICA” non contino… ANZI!!!!

Ma per svilupparle, SERVONO “ANNI DI ALLENAMENTI CONTESTUALIZZATI”!!!

E l’occuparsene allenandosi SOLAMENTE un paio di volte alla settimana, dilatera’ i TEMPI PRATICI IN MODO ESPONENZIALE!

Gli aspetti “percettivi”, tuttavia, non “subiscono LO STESSO EFFETTO”!

Ergo… hai “quasi la certezza” di venirne a capo “persuaso interiormente di essere diventato una sorta di RAMBO” mentre “altri aspetti FUNZIONALI saranno stati SOPITI incongruentemente con LO SCOPO che si prefiggeva il corso”…

Vuoi che parliamo dei “fantomatici codici morali” che ne sono un sintomo???

“Reagire con una forza commisurata a quella dell’offesa!!!”

MaperlacaritàdiDDDio!!!

Tradotto in “masticabile”, significa che devi “andare KO prima di poter rispondere con un KO”!

SI… CERTO!!!

Poi “osservi da vicino” “quello che si fa”, e le opzioni sono 3:

  1. FUFFANO… perdono tempo e “giocano” ai cartoni animati…
  2. SI PESTANO DI BRUTTO… sviluppando “automatismi reattivi”, insicurezza (che li attiva) e dimostrandosi PERFETTAMENTE “INCONGRUENTI” CON I “REGOLAMENTI BIBLICI” che “commercialmente” vogliono indossare per apparire “vendibili e comprabili”!
  3. SI ALLENANO “SVILUPPANDO ABILITA’ FISICHE E TECNICHE” in tempi LUNGHI, preservando in modo “più o meno intelligente” la propria incolumità fisica e psicoemotiva… in pratica: ciò che si fa nello studio delle arti marziali tradizionali classiche!!!!!!!!!

A quel punto, personalmente, opterei per un CORSO PER PROFESSIONISTI DOVE SVILUPPARE CONSAPEVOLMENTE ABILITA’ IN CONFRONTI FOCALIZZATI “SULLA SOPRAVVIVENZA”… oppure “DIROTTEREI LA MIA NAVE” ad una BUONA SCUOLA DI ARTI MARZIALI TRADIZIONALI scegliendo “il corso” che appaghi in modo più completo le mie REALI esigenze!!!

CHIARO?

Il confronto in questo tipo di corsi DEVE gravitare sul concetto di SOPRAVVIVENZA!

E “uno che intimamente sente di DOVER LOTTARE PER SOPRAVVIVERE” vive in perfetta antitesi con L’ESSERE SICURO DI SE!!!   

QUESTO “NON E’ UN ERRORE”!!!   E’ essenzialmente un CARDINE FUNZIONALE di quel tipo di disciplina!!!   Creata ad immagine e somiglianza della “vita in contesti bellici”!

STAI ALLA LARGA “DA CHI TI SPACCIA QUESTO TIPO DI CORSI PER QUALCOSA DI VALIDO PER SVILUPPARE SICUREZZA IN SE STESSI“!!!!

Che lo faccia in buona o “cattiva fede”, ti trascinerà in un BARATRO dagli stessi effetti che puoi ottenere “CORRENDO BENDATO IN UN CAMPO PIENO DI RASTRELLI”!!!

I corsi più indicati per “sviluppare SICUREZZA INTERIORE” (ovviamente se scegli una BUONA SCUOLA e UNA BUONA GUIDA!) sono quelli di Arti Marziali Tradizionali o classiche!

L’X-FACTOR per le Arti Marziali Classiche (o tradizionali)

Artista Marziale

Come detto poche righe sopra, le A.M.C. (o tradizionali) “sono nate” in un contesti BELLICI”… tuttavia sono divenute emblema di un patrimonio “evolutivo” che le A.M. “giovani” non hanno ancora sviluppato…

Questa semplice considerazione, dovrebbe già fornirci un “valido indizio” per comprendere l’X-FACTOR che caratterizza “i confronti” di queste discipline:

LA CRESCITA PERSONALE… o “EVOLUZIONE” per l’appunto!

Dipendentemente dal “tipo di disciplina/scuola/guida”, i “contesti pratici” possono sbilanciarsi sia verso LO SPORT che QUELLO DELLA DIFESA PERSONALE!

Ma si “deve trattare” sostanzialmente di SBILANCIAMENTI!!! E non di FOCUS INDEROGABILI!

Se per esempio prendi in considerazione lo JUDO o il KARATE o il TAEKWONDOO, al di là di palese “background storico”, frequentandone un corso ti troverai facilmente a svolgere un lavoro incentrato molto sull’aspetto SPORTIVO!

La questione si “complica un pochino” quando parliamo del WU SHU cinese… (erroneamente scambiato per il KUNG FU)… ne fanno parte una tal miriade di “stili” che raramente una persona riesce a discernere in modo efficace tra le varie realtà che racchiude!

Esiste “una versione sportiva” che risponde al nome di SAN DA, e che a lato pratico “ha molti più punti in comune con gli sport da combattimento” che con il “normale ITER di studio” che un’arte tradizionale comporta…

Meno “contemplato” (per varie ragioni che non sto qui ad approfondire per non farti leggere per ore!) è l’aspetto “difesa personale”…  tuttavia ne puoi dedurre le ragioni, rifacendoli al “senso logica” di cui ho parlato ed al BAGAGLIO EVOLUTIVO di cui ho accennato!

Se è quindi L’EVOLUZIONE PERSONALE e interessarti come “potenziale studente”, sicuramente “puoi FARE BINGO” iscrivendoti ad un corso di questi…

Rimane tuttavia da inquadrare se ambisci ad un “confronto autentico” con te stesso e con gli altri, attraverso cui RIVELARE I TUOI LIMITI per poi “lavorarci sopra” con lo scopo di MIGLIORARE!      (E NON DI VINCERE!!! Altrimenti, MEGLIO GLI SPORT DA COMBATTIMENTO o qualcosa di affine! … tipo il SAN DA che ti dicevo)

Se senti “una pulsione interna” collegata ad una “plausibile sensazione di insicurezza” da “RIDIMENSIONARE”, sappi che “troverai CASA” in un buon corso di questo tipo… Purchè, non mi stancherò mai di ripeterlo, tu sappia scegliere UNA BUONA SCUOLA ed una BUONA GUIDA!

Se ti capitasse di essere tentato dall’idea di “iscriverti ad un corso di difesa personale” per SEDARE quella fastidiosa “sensazione”, ricordati che il CORSO E’ VALIDO, FINIRAI PER SENTIRTI PARADOSSALMENTE ANCORA MENO SICURO (o cercarti rogne!)… SE NON E’ VALIDO, TI SENTIRAI “SI PIU’ SICURO”, MA DIVERRAI MOLTO VULNERABILE AI “CONTESTI ATTUALI” DEL NOSTRO “POVERO EX-BEL PAESE”!

Se trovassi una SCUOLA che ti propone “percorsi formativi buoni e LUNGHI”, scoprirai che sono “corsi di arti tradizionali VESTITI DA ALTRO” per questioni legate al “marketing”!

A quel punto, il TUO PERSONALE LIVELLO DI CONSAPEVOLEZZA agirà sul TIMONE DELLA TUA NAVE…   Dipenderà da quanto valore DAI ALLA SOSTANZA rispetto all’APPARENZA… Da quanto ne dai alla COERENZA più che alla CREDIBILITA’…

In ogni caso, la selezione avverrà a “TUA IMMAGINE E SOMIGLIANZA”!     😉

onestamente, CI STA’!   🙂

 

TomTom

Molto bene… e con questo direi che il TOM TOM che ci possa aiutare a intraprendere LA VIA GIUSTA tra Arti Marziali ClassicheSport dCombattimento e Difesa Personale, è stato nuovamente “aggiornato con un SOFTWARE” più chiaro e digeribile!!!

Se ritieni anche tu che possa essere uno strumento valido per “aiutare” gli appassionati ad orientarsi nel mondo delle arti marziali, ti chiedo di darmi una mano e condividere questi contenuti il più possibile…

POTER SCEGLIERE AL MEGLIO in relazione a indizi pratici invece che in preda a “convinzioni o sensazioni” penso faccia dei “contenuti di questi articoli” un patrimonio di cui VALE LA PENA  poter usufruire GRATUITAMENTE!

Se inoltre vuoi “dirmi la tua” o contribuire con tue esperienze personali a quanto riportato, puoi comodamente usufruire dell’apposito form di contatto che trovi qui sotto!

Basta un indirizzo mail “valido” (che non sarà visibile sui commenti!) per evitare fastidiose intromissioni SPAM, e il tuo commento… Se poi vorrai firmarti con il tuo vero nome, sarà tutto valore aggiunto! 😉

 

Zaijian

 

       – Sergio –

Sergio Simoncelli Insegnante Gong Fu

 

 

2 risposte su “L’X FACTOR che differenzia Sport da combattimento, Difesa Personale e Arti Marziali Tradizionali…”

Ed i genitori, che dichiaratamente ignoranti di arti marziali sportive o tradizionali, vorrebero che il loro figlio/a di 8 anni facesse un corso di Difesa Personale, troveranno qualcuno che glielo offre 😉 ?

Ciao INRI! Intanto grazie per aver sollevato un’obiezione sensatissima!

DA EDUCATORE, ti direi che purtroppo bisognerebbe “prima rieducare i genitori”… e da un certo punto di vista L’ARTICOLO DI QUESTO BLOG si prefigge esattamente questo: OFFRENDO CONTENUTI VALIDI da “Insider”, si può quantomeno offrire un CERTO AIUTO di tipo INFORMATIVO ai genitori interessati…

La questione successiva è: “QUANTI GENITORI SI DEGNERANNO VERAMENTE DI INFORMARSI ADEGUATAMENTE”?!?

Dubito fortemente che “Un bimbo di 8 anni” abbia il potere decisionale e la consapevolezza per SCEGLIERE DI FARE UN CORSO DI QUESTO TIPO!!!

Di solito “è qualche paura dei genitori” a divenire un FATTORE SIGNIFICATIVO per la scelta… e “molti di loro”, purtroppo, anche SE ARRIVANO A COMPRENDERE ALCUNI ASPETTI IMPORTANTI CHE QUESTO TIPO DI SCELTA COMPORTA, poi finiranno comunque per “inseguire la propria sensazione di insicurezza e la PROPRIA CONVINZIONE CHE CIO’ CHE SERVE SIA QUELLO”!!!

OVVIO che “ci sarà SEMPRE QUALCUNO PRONTO A CAVALCARE L’ONDA!!! Ma come dicevo qualche articolo fà, L’IGNORANZA nel 2016 è UNA SCELTA…. NON UN LIMITE! 😉

D’altro lato, a livello gestionale, penso sia possibile strutturare un SISTEMA INFORMATIVO DI QUALITA’ per ogni SCUOLA, in modo da poter anche offrire un QUALCOSA DI REALMENTE DIFFERENZIANTE E UTILE in tal senso…

Come quello che puoi trovare a questo link: http://www.fengchin.org/scelta-consapevole/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.