Categorie
ARTI MARZIALI SVILUPPO PERSONALE

IL VERO e UNICO ” SEGRETO ” dei Corsi di Arti Marziali che NESSUNO ha il coraggio di SVELARTI…!

The SecretTi è mai capitato di “toccare con mano” uno di quei corsi di A.M. dove la credibilità della scuola gravita attorno a qualche SEGRETO?

Lo “stile segreto”…

La “tecnica segreta”…

“Il segreto” che solo il maestro “SA” e che rivelerà solo in punto di morte “all’eletto”??

Questo diffusissimo approccio didattico va “compreso” sviscerando alcuni passaggi cruciali che governano le dinamiche sociali e individuali…

Il contesto SOCIALE in cui viviamo…

I costumi e le usanze sociali sviluppate in passato, ed ancora coltivate in epoca moderna nelle varie culture planetarie, svolgono un “ruolo” fondamentale per il mantenimento di un certo ordine.

CALMO! Non mi sto riferendo a qualche “ordine GOMBLODDISTA” che trama lo sfruttamento dell’essere umano come le “batterie” nella trilogia THE MATRIX!!!

L’ordine rappresenta una sorta di “legge universale” attraverso cui “ogni cosa TROVA IL SUO POSTO”…

Essendo la “specie umana” molto VARIEGATA, si ha la necessità pratica di organizzare e strutturare le società attraverso “dei confini” che permettano di far coesistere personalità ed esigenze molto diverse tra loro, ma “legate da un minimo comune denominatore”…

Un lavoro “egregio” in tal senso, è stato senza dubbio operato dalle religioni!

Lo so che “conoscendomi” potresti storcere il naso…

NON STO’ DICENDO che “la religione (specie per come la conosciamo NOI COMUNI MORTALI) sia sinonimo di ottimo lavoro sulla personalità umana”, ma che “socialmente” abbia saputo CREARE un CERTO ORDINE, è puramente un DATO DI FATTO INCONTESTABILE.

Basta documentarsi a livello storico “senza discutere attraverso PROCESSI sul COME l’abbia MATERIALMENTE fatto”, o anche semplicemente limitarsi all’OSSERVARE il mondo (sociale) che ci sta attorno!

DI SICURO, ogni tipo di “convenzione sociale”, è realizzabile se ad accomunare le masse c’è un CREDO ANALOGO!

DINAMICHE INTERIORI… queste sconosciute!

Proprio in relazione a quest’ultimo passaggio, andiamo a toccare uno degli argomenti “più gettonati di questo BLOG e nei miei corsi: LE CREDENZE“.

Mentre qualche “risveglio” grazie all’impressionante mole di informazioni a disposizione OGGI” c’è, la maggior parte delle persone “si perde” ancora in decisioni frutto di “dicotomie distorte a livello percettivo”… o ancora peggio, le delega “ad altri o a qualcosa di estremamente diverso DA CIO’ CHE COMPRENDE“!

Questi altri sono di solito persone “che comprendono molto“, o alla peggio “persone che sanno molto”…

Quel qualcosa di diverso da ciò che si comprende è in sostanza “ciò che si crede” (e che viene COMPRESO “solo da altri”… per l’appunto quelli appena nominati!)

E’ un “gioco di potere” molto antico, e che traccia nella storia proprio quell’ordine naturale di cui accennavo:

C’è CHI ha le caratteristiche per “guidare”…

CHI “per seguire”…

CHI per “aggregare”…

CHI per disgregare…

Insomma… ci sono “varie peculiarità” che determino nell’individuo la maggior propensione ad occupare un certo tipo di ruolo “sociale”.

IL GUAIO, a mio avviso, (ma ne ho già dibattuto in altri articoli), emerge nel momento in cui LA FORZATURA DI UNO STANDARD A CUI “ALLINEARSI”, NASCE DA UN CREDO INVECE CHE ESSERE IL FRUTTO DI “UNA CONSAPEVOLEZZA”!

Detto in parole povere:

Quando un’AQUILA si “crede un pollo”… un LUPO si “crede una pecora”… un MAIALINO si “crede un cane da pastore”!

La questione che “sfugge ai più”, è un FRAME MENTALE condiviso da secoli, secondo cui IL FARE (indispensabile per tradurre in risultati un’idea) è indissolubilmente legato AL CORPO e “slegato dalla MENTE”!

Quando una persona CREDE, il lavoro “mentale” è infatti pressochè inconsapevole e viene direttamente sublimato attraverso la PRATICA FISICA… (guidata dal sistema “sub-conscio”… o PILOTA AUTOMATICO)

La persona che “comprende”, diversamente compie una serie di “processi intellettivi” che rappresentano IL FARE DELLA MENTE!!!

Ti basta “guardarti attorno”, e a meno che tu non svolga una mansione di “uomo di scienza”, noterai facilmente che:

FARE CON LA MENTE = “percezione di NULLA, o CACCA” (qualcosa di tendenzialmente negativo!)

FARE CON IL CORPO = “percezione di TUTTO, o CIOCCOLATA” (qualcosa di tendenzialmente positivo!)

Un “pensierino tra le righe”, a me sorgerebbe spontaneo:

Non è “per caso” che qualcuno abbia interesse a “tener lontano le persone dal SAPERE e dal COMPRENDERE”, e contemporaneamente AVVICINARLE “SEMPRE DI PIU’ ALLA MANOVALANZA GUIDATA DAL PILOTA AUTOMATICO”?!?!?!?!

Prenditi il “tuo tempo”… MA RIFLETTICI!!!

L’inevitabile ESITO di un “tale principio”, è la frustrazione di una mente che cerca/vuole comprendere (causata dall’associazione negativa/dolore, con la CACCA!), e la celebrazione del fare tanto e capire poco COME MODELLO SOCIALMENTE UTILE e POSITIVO!

Ma paradossalmente, per qualche OSCURA RAGIONE, nella propria “intimità individuale”, la realtà che si manifesta è TUTT’ALTRA!!!

IL PARADOSSO della REALTA’ dei CONVINTI…

File umaneOsserva bene quest’immagine…

E’ O NON E’ LA “REALTA’ MEDIA” CHE SOCIALMENTE SI MANIFESTA?!?!??!

Indipendentemente dal “livello” a cui associ il contesto sociale: SCUOLA, FAMIGLIA, ogni singolo INDIVIDUO DENTRO DI SE, si è UNIFORMATO alla “CONVENZIONE” che qualche CREDO HA PLASMATO!

Il FARE CON LA MENTE non conta un cazzo… IL FARE CON IL CORPO è la cosa piu’ importante… talvolta l’UNICA BUONA E GIUSTA!!!

Poi “per forza” si manifesta la realtà dell’immagine…:

  • gente che “critica” perchè CIO’ IN CUI UNO CREDE E’ DIVERSO DA CIO’ CHE CREDONO GLI ALTRI… (in questo caso c’è una sovrapposizione mentale con un altro “precetto”: CIO’ IN CUI CREDO/FACCIO IO E’ GIUSTO… CIO’ IN CUI CREDE/FA UN ALTRO E’ SBAGLIATO!)
  • gente in un limbico “girone d’amore” che elargisce consigli A CHI NON LI HA MAI RICHIESTI… intimamente pervasi dalla speranza che IL SALVARE IL PROSSIMO sia un modo per “salvare se stessi”, a patto ovviamente di CONVERTIRLO AL PROPRIO CREDO!!!
  • gente che “RINNEGA OGNI FORMA DI COMPRENSIONE”… invece che vivere SOSTENENDO COL “CREDERE IN CIO’ CHE SI COMPRENDE”, SCARTA AUTOMATICAMENTE “QUELLO CHE COMPRENDE” IN FUNZIONE DI CIO’ CHE CREDE!   (schema del sub-umano)

IL SEGRETO dei corsi di Arti Marziali

L’ambiente delle Arti Marziali (salvo quelli in cui è previsto un confronto REALE attraverso un combattimento “sportivo”!) non solo non ne è escluso, ma ne è divenuto un “patetico emblema”!

Confondendo o “plasmando” il concetto di DISCIPLINA con quello di UN CREDO a cui doversi allinearequalche furbastro che fa il “prete senza tonaca” o IL “GENERALE con i gradi, ma senza aver mai combattuto una guerra”, recluta PICCOLI ESERCITI ingaggiando “guerre sterili” contro qualsiasi cosa ritenga DIVERSA DAL PROPRIO FRAME MENTALE…

Nelle SCUOLE SERIE DI ARTI MARZIALI, NON ESISTE “NESSUNA TECNICA SEGRETA, METODO SEGRETO, O STILE SEGRETO”!!!! è una semplice questione di studiare per COMPRENDERE e TRADURRE IN ABILITA’ ciò che si è compreso… in un circolo virtuoso (che trovi qui sul BLOG cercando il CICLO del MIGLIORAMENTO attraverso la casella CERCA)

L’UNICO VERO SEGRETO (che non verrà MAI RIVELATO altrimenti “casca il palco”!!!), è quello del CAPOSTIPITE DELL’ORGANIZZAZIONE…

Che spazia dal semplice OPPORTUNISMO ECONOMICO, al ben più deleterio EGO BULIMICO o INSOFFERENTE!!!

Ora… ragioniamoci insieme:

Una persona che come “condotta di vita” ha abbracciato un CREDO del tipo: “ciò che comprendo è merda, l’importante è fare e fare, perchè quella E’ L’UNICA VIA (o la più facile) che conduce ad una comprensione autentica”…  è “per forza una persona” che a sua volta HA AVUTO E CREDUTO IN UNA “GUIDA DELLO STESSO TIPO”!!!

Immagina “la frustrazione interiore” che ha dovuto “subire” in un ambiente simile, OGNI VOLTA CHE E’ STATO IN GRADO DI “INTUIRE QUALCOSA”, e ne è stato schiacciato SOCIALMENTE o addirittura “additato come MINACCIA” all’incolumità dell’organizzazione se ciò che aveva compreso si “discostava” dall’immagine e somiglianza di quanto concesso dalla guida!!!

GIA’!!! Perchè CHI COMPRENDE e fa emergere la propria capacità di “ottenere risultati PER UNA VIA DIVERSA DA QUELLA CHE TIENE UNITA UN’AGGREGAZIONE SOCIALE, di  fatto rappresenta ovviamente UNA MINACCIA ALLA FORMA DI POTERE ESISTENTE”!!!

Indipendentemente dal fatto che “effettivamente attacchi o meno l’integrità delle dinamiche aggregative di QUELLA societa’…”!

Questo cosa comporta?

Semplicemente che “QUELLO CHE HA UNA MARCIA IN PIU’ (e che facilmente ha doti da LEADER), uscirà inevitabilmente dal giro con una PROFONDA FERITA INTERIORE…

C’è chi SI METTE REALMENTE IN DISCUSSIONE e “accettandone il prezzo da pagare” crea un “nuovo tipo di ordinamento sociale” (cambiando i “parametri di riferimento” per esempio: NO CREDO, MA COMPRENDO!) mutandone i PRINCIPI…

E chi invece “non ha semplicemente LE PALLE PER FARLO”, e si “piazza sul mercato come PERFETTO SPINN OFF”, costituito ad immagine e somiglianza dello stesso tipo di MECCANISMO da cui è stato CAZZIATO E FRUSTRATO!

La questione non è se CIO’ IN CUI TU CREDI E’ DIVERSO DA QUELLO CHE CREDONO GLI ALTRI… questa è semplicemente una DISTORSIONE XENOFOBA a livello percettivo, di una IDENTICA MANIFESTAZIONE DI PRINCIPIO: “BASARSI SUI CREDO”!!!

La vera differenza, si attua “scardinando NON LE DINAMICHE, ma il PRINCIPIO FALLACEO”!!

Ovvero, creando un’organizzazione basata su “ciò che si comprende”! (tra l’altro QUESTO DOVREBBE ESSERE “UNA SCUOLA”!!!)

Quando NON E’ COSI’, che piaccia o meno, L’UNICO SEGRETO CHE UNA SCUOLA CELA TRA LE RIGHE, è una frustrazione interiore che andrebbe affrontata RISOLVENDO I CONFLITTI INTERIORI della guida… più che reclutare “eserciti di convinti” che SPOSANO UN CREDO inconsapevolmente, e che di fatto I CONFLITTI LI GENERANO CON IL MONDO ESTERNO!!!

L’esigenza di “colmare una propria frustrazione”, si ha l’errata percezione interna che possa essere colmata diventando GLI EROI DI SE STESSI… ma non è così… ad un certo punto, si ha infatti il BISOGNO del consenso di “un gruppo di seguaci” CHE NON SARA’ MAI SUFFICIENTEMENTE COSPICUO!!!

Non foss’altro perchè è la stessa tipologia di “adepti” accettata e selezionata che “ne alimenta e rinforza il CREDO FALLACEO”!

La cosa “buffa”, è che questa realtà è riportata sugli stessi libri, negli stessi film e nella stessa storia di varie scuole di arti marziali!   …di cui inconsapevolmente si “da credito” a ciò che conferma le proprie percezioni (legate ai credo per l’appunto!), e di cui si tratta come CACCA più o meno tutto ciò che di COMPRENSIBILE ne rappresenta paradossalmente IL CONTENUTO DI VALORE… ESSENZIALE!

L’UNICO SEGRETO quindi, è che se IN QUEL CORSO DI ARTI MARZIALI si rincorrono i SEGRETI, alla guida c’è UN INDIVIDUO CON “CONFLITTI INTERIORI IRRISOLTI” che sta semplicemente RECLUTANDO UN PICCOLO ESERCITO DI ADEPTI “VULNERABILI”, inconsapevolmente persuaso che QUELLA SIA “LA VIA GIUSTA PER RISOLVERLI”…

Purtroppo non farà altro che “sfornare individui” con la stessa problematica… alcuni di essi “già la condividevano al momento dell’iniziazione”, altri l’hanno PRODOTTA semplicemente frustrando ciò che COMPRENDONO in funzione di UN CREDO CHE HANNO SPOSATO PUR DI SENTIRSI PARTE DI UN AGGREGAMENTO SOCIALE “CHE LI FACESSE SENTIRE” UN PO’ PIU’ OK…

D’altronde, LO ZOPPO CHE GIUDICA si può sentire a suo agio esclusivamente in un ambiente di ZOPPI intimamente accomunati tra loro dal GIUDICARE e dallo STESSO CREDO…

Voglio concludere questo articolo lasciandoti una riflessione:

Quando si parla di Arti Marziali, sei consapevole del “frame che usa la tua mente”?  …in altre parole, cosa “percepisci”:

Arti per FARE LA GUERRA… o ARTI che DERIVANO DALLA GUERRA?

Zaijian

 

            – Sergio –

Sergio Simoncelli Insegnante Gong Fu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.