Categorie
ARTI MARZIALI SVILUPPO PERSONALE

CHIAREZZA MENTALE: IL FUORI CLASSE in panchina!

Chiarezza mentale in panchinaLa Chiarezza Mentale è probabilmente uno dei “talenti” meno compresi in tutto il mondo delle Arti Marziali.

Al di là della “baggianata Holliwoodiana” del NO MENTE che dovrebbe caratterizzare  chi le pratica, la questione è molto più seria di quanto si riesca ad intuire!

La costruzione di “castelli di sabbia” scambiati per ORO COLATO, sposa quotidianamente sia docenti che studenti “intimamente mossi da UN MALE COMUNE“:

IL VOLERE “ESSERE”, ma senza pagarne il prezzo!

Pessimi SCHEMI MENTALI…

Ti sei mai imbattuto in uno di quei presuntuosi con i quali “ogni tipo di conversazione/discussione” finisce sempre per andare a parare in schemi mentali del tipo:

Si, ma… L’UNICO ORIGINALE è IL NOSTRO! (o quell’altro NON E’ QUELLO ORIGINALE!)

OK, ma… il MIGLIORE MIGLIORISSIMO è IL NOSTRO! (o quell’altro NON E’ BUONO ABBASTANZA!)

VA BENE, ma… SE NON SEI “CON NOI SEI CONTRO DI NOI”! (o “sono sempre QUELLI DIVERSI DA NOI ad esserci contro”!)

Una tale affermazione, inevitabilmente (se sussiste un minimo di interesse tra interlocutori!) conduce ad altre domande del tipo:

OK ma…

  • per quale motivo ritieni questo?
  • mi spieghi il perchè?
  • hai sperimentato direttamente ciò che dici?
  • da cosa deduci che sia realmente così?

E QUI CASCA L’ASINO!

Se non CI CREDI, che parliamo a fare?!?!?!

Esterrefatto

Ah… ma non stavamo comunicando per CAPIRCI?!?! O.o

NO!

In realtà, quello che si fa di solito è una “sorta di braccio di ferro” tra ciò che crede uno e ciò che crede l’altro, filtrando ogni informazione secondo il proprio riferimento interno!

Tale riferimento è PLASMATO da una squadra di vari elementi:

  • linguaggio
  • credenze
  • fisiologia
  • emotività

etc…

Si tratta quindi, senza ombra di dubbio (almeno per CHIUNQUE ABBIA STUDIATO e sviluppato UN MINIMO DI COMPETENZA in merito ai processi cognitivi umani…!), di qualcosa di estremamente più articolato che IL SEMPLICE “CREDERCI”!

Il VERO GUAIO tuttavia, è un altro:

Comprendere e uscire dal comfort della propria percezione e dalle convinzioni che l’alimentano, RICHIEDE UN PREZZO DA PAGARE che fatalità “quegli individui NON VOGLIONO ACCOLLARSI”!

Detto in altre parole:

Recuperare, abbracciare ed alimentare LA CHIAREZZA MENTALE, richiede l’AFFRONTARE UNA SERIE DI “DISAGI” che in realtà pochissime persone accettano.

Ne ho marginalmente parlato in un altro articolo che trovi cliccando QUI.

Come il CORPO, la MENTE..

Un concetto estremamente “digeribile” se lo si applica a QUALCOSA DI CORPOREO, ma completamente CONTROINTUITIVO quando ci si riferisce alla MENTE UMANA MEDIA!

Se “mutare l’efficienza” delle proprie gambe è pressochè “scontato” che dovrà passare attraverso il disagio FISICO degli allenamenti, quando s’incappa in contesti che riguardano “la mente” sembra improvvisamente TUTTO PIU’ FUMOSO E INSONDABILE!

Forse perchè “studiare” andando contro ai limiti mentali è qualcosa di MOLTO PIU’ DIFFICILE rispetto a quelli fisici?

PER MOLTI SI…

Tuttavia, come per IL CORPO, anche per la MENTE si è assistito negli ultimi decenni ad un’ENORME EVOLUZIONE DI TUTTE  QUELLE COMPETENZE atte a favorire il miglioramento in termini di risultati…

Con una semplice postilla:

IL POTENZIALE UMANO sviluppabile sul piano CORPOREO, è estremamente LIMITATO rispetto a quello MENTALE!

La “ragione”, dovrebbe quindi indicare serenamente a chiunque, che nelle DISCIPLINE che coinvolgono sia la MENTE che il CORPO, il maggior potenziale di sviluppo è SEMPRE “LA MENTE”!

…a meno che non si accostino LE ARTI MARZIALI semplicemente AL CONTESTO MILITARE e del COMBATTIMENTO FISICO!!!

Un esempio di CHIAREZZA come “strappo alla regola”…

Anche se “chi mi conosce veramente” SA che dispenso generosamente CONOSCENZA tranquillamente attraverso il BLOG, pensavo “sbagliando”, che risultasse OVVIA la marginalità con cui posso approfondire alcuni TEMI ARTICOLATI in poche righe!

Da una parte si “vuole la sinteticita’…” dall’altra si vuole TROVARE TUTTO!!!

Esiste un parametro di buonsenso, entro cui “intelligentemente” sarebbe il caso di fermarsi CON LE PRETESE… e magari “APRIRE UN POCHINO DI PIU’ LA PROPRIA MENTE!

Nel dubbio, lo ribadisco:

I CONTENUTI DEL BLOG sono qualcosa di “utile” a tutti gli OUTSIDER ai miei corsi, ma anche un SUPPORTO DI BEN ALTRO PESO per i miei studenti!!!

A lezione si STUDIANO I PROCESSI… sul blog vengono dispensate INFORMAZIONI UTILI IN TAL SENSO!

Per cui, se non ti va di sondare la veridicità dei contenuti che hai a disposizione GRATIS (perchè i corsi formativi “seri” di quel tipo, COSTANO CIFRE CHE NON SEI DISPOSTO AD INVESTIRE per la tua formazione!!!) o NON TI RIESCE PROPRIO DI “PROCESSARE CON INTELLIGENZA” il malloppo, hai un bel problemuccio.

 “Il presupposto di NON CREDERCI e ritenere intimamente che il farlo sia L’ESAME DI SBARRAMENTO DEL VALORE O MENO DELLE INFORMAZIONI a cui hai accesso” NE E’ LA PROVA.

(blaterando paradossalmente di UMILTA’…!)

FATTENE UNA RAGIONE!!!

Non sei obbligato a comprendere.

Nessun obbligo di crescere.

…di studiare.

…od obbligato a leggere.

Non sei obbligato neppure a metterti in discussione!

SI TRATTA DI “SCELTE LIBERE”!

Ed ognuna di quelle, PORTA CON SE UN PREZZO DA PAGARE…!

Non vuoi pagarlo?

PERFETTO!

Abbi quantomeno la “decenza” di RICONOSCERE “QUEL LIMITE” come “TUO”!

Senza coprirti di ridicolo ingaggiando vere e proprie CROCIATE contro i FANTASMI BLASFEMI che ti rosicchiano la mente!!!

Una persona “con quel tipo di problema”, PRIMA DI INSEGNARE QUALCOSA DOVREBBE “IMPARARE”…

Anche I CANI SONO IN GRADO DI REPLICARE ABILITA’, ma questo non significa che siano in grado di INSEGNARLE!!!!

CASOMAI, QUALCHE ALTRO “CANE” SARA’ IN GRADO A SUA VOLTA DI COGLIERLE E REPLICARLE!!!

Si tratta di un BONUS che la vita stessa offre…

NON E’ QUALCOSA DI CUI “FREGIARSI” O ATTRIBUIRSENE I “NATALI O LE ROYALTY” con chi ci crede e sta un po’ messo male in merito a LIVELLO DI CONSAPEVOLEZZA !         ok?

Detto questo, ECCO UN ALTRO “REGALO”:

chiarezza mentaleQuando nel mitico “SCHEMA del SUB UMANO” si allude a quella parte di processo un po’ più complessa, in realtà ci si riferisce “marginalmente” a quello che trovi in questo schemino.

Al suo interno, viene preso in considerazione la natura di “8 PREZZI DA PAGARE” come forma di DISAGIO che “comunemente SI CERCA DI EVITARE o DI ELUDERE con segreti vari, forza di attrazione, abbracci di luce, “fare fare e fare credendoci forte forte” e supercazzole varie!

Ora, dal momento che non è certo mia intenzione OFFENDERE NESSUNO, se tu CREDI “A QUELLE COSE LI”, sei libero/a di farlo e “se va bene a te FAI PURE BENE”!  

 Puoi comunque “dare un’occhiata” allo schema e poi DECIDERE IN PERFETTA AUTONOMIA “cosa farne”!

Se tu che leggi sei invece uno dei ragazzi con cui converso regolarmente, ti suggerisco di “mettere da parte” anche queste informazioni FINO A TEMPO DEBITO!

Quando si riveleranno “tasselli di un puzzle che stai costruendo giorno per giorno” e che delinea in maniera sempre più chiara la FORMA dell’immagine contenuta…

Venendo all’immagine qui sopra…

I passaggi presi in considerazione sono 7 (ma volendo si può approfondire il percorso in altri “sotto passaggi”!), e ognuno di essi comporta un PREZZO DA PAGARE “P nr”  più un prezzo da pagare aggiuntivo insito nello SMAZZARSI IL CERVELLO “PER COMPIERE I VARI PASSAGGI”!

Già… perchè mentre quando si procede con il “pilota automatico” tutti i passaggi vengono processati dallo strato “subconscio della mente”, quando provi ad “analizzare razionalmente” la questione, finisci per accorgerti inesorabilmente della gran rottura di palle che rappresenta il farlo sul piano conscio!

Cypher MATRIX

Sei Cypher?

In quel momento, se hai visto la trilogia di THE MATRIX, stai “umanamente” cedendo come Cypher!

Molto più  comodo e confortevole rimanere “collegato” e godersi la bistecca!!!

Può essere…

Tuttavia se ti senti un po’ più come Neo o “gli altri SVEGLI”, la musica cambia!

Tu la VUOI PROPRIO VEDERE LA FINE DI QUESTA TANA DEL BIANCONIGLIO, NO?   😉

Partiamo:

PUNTO di PARTENZA

Si tratta del momento esatto in cui SEI… il “QUI e ORA” tanto blasonato spesso “fuori contesto” quando non “a sproposito”…

L’apparente banalità di un concetto simile, cela invece un “grosso inconveniente”:

Tutto dipende dal proprio livello di CONSAPEVOLEZZA!

Non di meno, quello a sua volta è purtroppo portatore di SCARSA SINCERITA’ ed ONESTA’ con se stessi.

Il sondarne le radici in questo contesto, ci costringerebbe a parlare di PEDAGOGIA e alcuni aspetti dell’EDUCAZIONE che finirebbero per complicare un po’ troppo la questione…

Semplicemente, hai presente quando NON SI E’ TOTALMENTE ONESTI e sinceri con se stessi e si tenta con tutte le proprie forze di DISTORCERE la percezione della realtà in modo da “EVITARSI QUALCHE GRATTACAPO”?

Ecco!

StruzzoIL FARLO, si tradurrà col tempo (se ripetuto come atteggiamento) al vedersi affetti dalla malattia dello struzzo!

E se così tanta gente ci finisce invischiata, è perchè ACCETTARE LA PROPRIA VERITA’/ REALTA’ DI PARTENZA non è poi COSI’ FACILE COME POSSA SEMBRARE!!!

Ecco perchè è segnato quel PREZZO DA PAGARE (P1)

 

OBBIETTIVO

Scusa Sergio… ma ora esageri:

Cazzo ci vuole per porsi un obbiettivo?

MOLTO DI PIU’ DI QUEL CHE COMUNEMENTE SI CREDE!!!

Prima di tutto la capacità di VISIONARE il proprio traguardo, è per qualcuno del tutto naturale, ma per altri non è affatto così!

Secondariamente, gran parte delle strategie di approccio, finiscono per rivelarsi FALLIMENTARI proprio perchè l’obbiettivo, anche se “visibile”, non viene formulato in MANIERA FUNZIONALE PER LA PROPRIA MENTE!

In un recente articolo, ho risposto al commento di un interessato, portando l’esempio delle diete:

Quando imbastisco un obbiettivo come il PERDERE 10 CHILI, per esempio, e peso attualmente 100 chili, al di là di fattori correlati come la motivazione, quello che “intendiamo” è raggiungere i 90 chili!

Nel momento in cui la bilancia segnerà QUEL NUMERO, il “-10″ sarà assolto!   …e con esso la spinta per arrivare a quel peso…

Porsi come obbiettivo l’ABBRACCIARE UNO STILE DI VITA CHE MI PERMETTA DI ESSERE 90 CHILI, è per la mente qualcosa di ESTREMAMENTE DIVERSO”!

…che non cessa di spingere dopo aver perso 10 chili!

COMPRENDI?

Ma al di la di questo, spesso sento formulare obbiettivi con frasi tipo: VOGLIO DIVENTARE RICCO, VOGLIO DIVENTARE FORTE, VOGLIO DIVENTARE IL MIGLIORE…

Insomma, nessun contesto specifico, nessuna scadenza temporale, nessuna MISURABILITA’ e verificabilita’ pratica!!!

Formulazioni di questo tipo, SERVONO A POCO O NULLA!

Chiaro quindi che “conoscere e comprendere” le dinamiche mentali e psicoemotive umane, richiede anche IL DISAGIO/PREZZO DA PAGARE di “investire in quella direzione” per sviluppare competenze in tal senso!       ” il P2″ appunto…

DISCUSSIONE INTERNA…

Quale discussione?!?!?!

Per un individuo che di solito “filtra tutto attraverso ciò che crede in MODO ARROGANTE”, non esiste alcuna discussione!

E chi “ci prova”, viene tacciato di essere POLEMICO, ROMPI PALLE, CONTRO etc etc…

Chi invece conserva nella capoccia la parte di mente che ANCORA SI AFFANNA A COMPRENDERE, si trova a dover fare i conti con una sorta di battibecco interiore tra ciò che DICE “LA RAGIONE” e ciò che dicono LE SENSAZIONI!

Si tratta di un “conflitto” mente analitica vs mente emotiva, che molti associano ai conflitti MENTE-CUORE…

Invece, se si studia ancora una volta in tal senso, si scoprirà che non è altro che un problemino MENTE-MENTE!

A poco serve il “marginale mettersi in discussione” se, una volta compreso, si sceglie sempre e comunque di DAR CREDITO ALLE SENSAZIONI!

E “tentare in modo CONTROINTUITIVO” di cercare la soluzione andando CONTRO alle proprie sensazioni, è qualcosa di MOLTO DIFFICILE.

In quanto il DISAGIO da affrontare è spesso percepito BEN PIU’ GRANDE di quello delle conseguenze insite nel NON FARLO!

Lo sanno bene i “tossici” o tutte le persone incastrate in qualche dipendenza…

Sanno che FA MALE, ma….. e via con infinite giustificazioni o legittimazioni di ogni sorta!

E’ in questa fase che alcuni sanno tuttavia eccellere… una BUONA PIANIFICAZIONE per raggiungere il proprio obbiettivo inizia a prender forma…

La discussione interna, quindi, comporta il PREZZO DA PAGARE “P3”.

PREZZO di REALIZZAZIONE?

Esiste una frase in voga tra “quelli che i propri obbiettivi li raggiungono SEMPRE”:

Ogni scelta porta con se un prezzo da pagare… come prima cosa individualo e PAGALO!

Questo, oltre a risultare ridondante con il trend di quanto dibattuto in questa parte di articolo, pone l’attenzione anche su qualcosa che NORMALMENTE “NON VIENE FATTO”!

C’è infatti chi intraprende ogni scelta ignorando di considerare il prezzo da pagare (INCOSCIENTE)…  e chi invece NON PARTE MAI perchè LO INGIGANTISCE A PRESCINDERE (procastinatori).

 

Analizzare IL PREZZO DA PAGARE prima di intraprendere un cammino, non è solo un sintomo indiscutibile di INTELLIGENZA, ma pone un individuo ad un livello di consapevolezza SUFFICIENTE almeno per valutare la FATTIBILITA’ O MENO di un’impresa!

Certo, non è sempre qualcosa di definibile a priori, ma di sicuro ci fornisce quantomeno una stima FONDAMENTALE per valutare i rischi!

Un po’ quello che fanno gli ingegneri quando “progettano” e dimensionano qualcosa.

Si tratta di qualcosa, almeno a grandi linee, CALCOLABILE… Ma per farlo, è necessario SVILUPPARE COMPETENZE … ed al solito, il farlo, comporta un prezzo da pagare: “il P4”.

Ricorda che “essere MOTIVATI” barando questo prezzo a livello percettivo, non è VERA MOTIVAZIONE!!!

Son capaci tutti di andare in bici in DISCESA… ma è IN SALITA CHE VEDI CHI SPINGE VERAMENTE!

DECISIONE…

Ti sei mai imbattuto in quella sorta di sabbie mobili dove PRENDERE DECISIONI SEMBRA DIVENTARE LA COSA PIU’ DIFFICILE?!?!

Se ti muovi affondi… se stai fermo affondi… qualsiasi cosa tu faccia o non faccia, affondi…

Facile cadere in preda alle sirene di ULISSE in una condizione simile…

Sviluppare un POTERE DECISIONALE “sano”, è qualcosa che va OLTRE il semplice CORAGGIO o l’INTRAPRENDENZA di cui qualcuno è dotato “per natura”!

Non esiste nessun corso di LEADERSHIP che non ne tratti accuratamente i “fondamentali”!

Tuttavia, paradossalmente, HAI MAI VISTO UN “MAESTRO” O UNA GUIDA DI ARTI MARZIALI CHE ABBIA “DECISO DI ERUDIRSI IN TAL SENSO”?!?!?!?!??!?!

La stragrandemaggioranza dei casi, è identificabile in un mix tra CARISMA e PARLANTINA, mista a quell’ALONE DI AUTORITA’ che “tutti condannano”, ma di cui necessitano intimamente per “andare avanti”…!

Invece che SPUTARE SUL CAPO, ADULARE PER PARTITO PRESO UN CAPO, SEGUIRE UN CAPO PER IL SUO ATTESTATO, I TIMBRI o qualsiasi “sovrastruttura percettiva” vendibile a chi PREFERISCE PAGARE PER LA PROPRIA IRRESPONSABILE SCHIAVITU’ piuttosto che per COSTRUIRSI LA PROPRIA AUTENTICA LIBERTA’, non sarebbe il caso di INVESTIRE IN QUALCHE CORSETTO “PER LEADER”?!?!?!?!?!

No eh?!?!?

Basta fare e impegnarsi…   disse IL SOMARO…!

DECIDERE deriva da RECIDERE… togliere le alternative…

Già, perchè accettare di dover rinunciare a qualcosa prendendo una decisione, non è cosa da tutti!

Complici “la comodità di chi vuole vivere ancora come un bimbo di 5 anni” e chi SI VENDE COME GENITORE accollandosi “almeno a parole” le responsabilità di chi lo segue per compensare ad un profondo buco affettivo interiore…

IL SOLITO EPILOGO RIMARRA’ SEMPRE DIETRO LE PORTE:

…appena le cose non funzioneranno più, GUERRA APERTA e CACCIA AL COLPEVOLE che “ognuno vedrà negli altri”!

Per la guida sarà colpa del guidato…

Il guidato darà la colpa alla guida…

Evvai di FESTIVAL DELLE BANALITA’:

la verità sta nel mezzo…

Le colpe sono “sempre” di entrambi…

STO CAZZO! …la responsabilità, E’ IN CHI NON ADEMPIE ALLA SUA PARTE!…

(il gioco del QUEL CH’E’ MIO E MIO, E QUEL CH’E’ TUO E’ DI ENTRAMBI… o ME NE FOTTO DEGLI ACCORDI TANTO LA RESPONSABILITA’ E’ DI ENTRAMBI, è da stronzi. PUNTO.)

Per cui, CREDENZE, LINGUAGGIO INTERNO, SCARSA CHIAREZZA, OPPORTUNISMO, EGOISMO… sono un bel po’ gli ostacoli che si frappongono al POTERE DECISIONALE “SANO”!

Svilupparlo e coltivarlo, ha indubbiamente un gran bel pezzo da PAGARE… il “P5″…

Passare all’AZIONE!

Avere chiaro ogni passaggio fino a qui, e non passare “all’azione”, significa VIVERE DI FRUSTRAZIONI!

Perchè una cosa è NON AGIRE non avendo una visione, un obbiettivo…

Un’altra è avere in mano “tutta la TEORIA” e poi NELLA PRATICA abdicare al trono!!!

In questo passaggio divieni IL RE DEL TUO REGNO:

Frustrazione o soddisfazione?!?!?

E’ in questo passaggio SI FARA’ LA DIFFERENZA SUL CAMPO… è il momento del CORAGGIO!

Sacrificio, Impegno, Strategia, Tenacia, Determinazione, Intelligenza… TUTTA LA SQUADRA E’ CHIAMATA IN CAMPO!

E mentre alcune problematiche delle fasi precedenti si “affievoliscono”, ne spuntano di nuove…

Il passaggio dalla TEORIA alla PRATICA, è quel momento in cui si TRADUCE LA “BONTA’ DEL PROPRIO POTENZIALE” in qualcosa di TANGIBILE…

L’errore più grande da commettere?

Ritenere LA FASE PRATICA come L’UNICA REALMENTE IMPORTANTE…!

Anche se è qui che si PLASMA LA PROPRIA OPERA D’ARTE, è nelle fasi precedenti CHE SE NE RECUPERANO STRUMENTI e MATERIE PRIME!

Se qui nasce l’opera, l’ARTE è quasi tutta prima!

Qui c’è l’EVENTO, ma la maggiorparte dei processi è PRIMA!

Nelle 3 fasi dell’apprendimento, iniziamo ora a navigare in quella di TRADUZIONE per poi passare al CONSOLIDAMENTO…

Disagi e prezzi da pagare?

MOLTI!

Sicuramente IN QUANTITA’ SMODATA… è il “P6”

Nota: tutti gli individui che tendono a “rifugiarsi” nelle pratiche fisiche, purtroppo lo fanno PERCHE’ NON SONO INTIMAMENTE DISPOSTE AD AFFRONTARE I PREZZI DA PAGARE delle fasi precedenti!!!

“A loro”, risulta molto più semplice accollarsi il P6, anzi… per certi versi non lo percepiscono affatto come un “disagio”, ma come UN OTTIMO MODO PER SFOGARE UN MALESSERE…

(che di fatto viene generato nelle fasi precedenti e che SOLO LAVORANDO “LA’…” si potrebbe REALMENTE RISOLVERE!)

TRAGUARDO!

traguardo

Ok… fino a qua, anche se a fatica, sono riuscito a seguire… ma ora vuoi dirmi che IL TRAGUARDO ha un prezzo da pagare in disagio?????

SI!

E’ paradossalmente “controintuitivo”, ma molte persone “hanno paura del successo” per vari motivi:

  • lo percepiscono come “la fine”…
  • lo percepiscono (non a torto) come “fonte di responsabilità”…

Quando si arriva a “dimostrare qualcosa a se stessi ed al resto del mondo”, per alcune “forme mentali” SCATTA UNA SORTA DI RICATTO:

Ora devi mantenere e dimostrare che NON SI E’ TRATTATO DI FORTUNA, MA DI UN’ABILITA’ REALE!

Ti faccio un esempio:

…se fai gare podistiche e ti piazzi mediamente a metà classifica, NESSUNO TI SI CAGA! (tranne la mamma per cui tu vinci sempre!) 🙂

Se arrivi ultimo, ti riconoscono tutti come “lo sfigato”, ma per certi versi hai un grande vantaggio: “PUOI SOLO MIGLIORARE”!!!! 😉

Ma se per caso arrivi a risalire la classifica e ti piazzi sul gradino più alto del podio, ALLORA SON CAZZI AMARI!!!

Perchè la gente inizierà a percepirti come “quello da battere”, e l’aspettativa su di te (compresa la stessa tua!) inizierà a creare PRESSIONE!!!

Molti “talenti” si sono trovati ad affrontare difficoltà di ogni sorta nel momento in cui hanno vestito i panni del campione!

E LA MENTALITA’ DEL CAMPIONE, “mica ce l’hanno tutti”!!!

SOLO CHI SA RESISTERE “CENTRATO” ALLE FORTISSIME PRESSIONI DEL SUCCESSO, PUO’ DI FATTO GODERNE…

Gli altri lo “subiscono”, perchè non riescono a gestirne il PREZZO DA PAGARE…:   il “P7”!

A “tutti piacerebbe” essere l’ALPHA… (a parole!)

Ma “quasi nessuno” è intimamente disposto a PAGARNE IL PREZZO per 2 motivi:

  1.  NON SI HANNO LE CARTE ADATTE DA GIOCARSI…
  2.  NON NE SI PERCEPISCE “IL PREZZO DA PAGARE” PERCHE’ MANCA UNA SUFFICIENTE CHIAREZZA MENTALE!

Per cui, NEI FATTI, le parole finiscono per FRANTUMARSI come un bicchiere di cristallo che cade da un palazzo…

Specie per “tutti quelli” che, pervasi e mossi intimamente da convinzioni di grandezza, si rivelano “puntualmente PICCOLI” ad ogni più piccolo ed odioso tentativo di CHIARIMENTO!

Nell’apparente chiarezza della propria percezione OGNUNO “è ciò che desidera o ha bisogno di sentirsi”… come quando si sogna…

Quelli che si svegliano ed accendono la luce per realizzare i propri sogni, STANNO SEMPRE SUI COGLIONI A BESTIA A TUTTA LA SCHIERA DI “SOGNATORI”…

D’altra parte, quando SI NECESSITA DI RIMANERE AL BUIO E CONTINUARE A DORMIRE per vivere la propria illusione, come potrebbe essere altrimenti?

 

Buona riflessione…

 

Ps. TU…?  Continui a DORMIRE per vivere i tuoi sogni… o ti svegli per realizzarli?

 

 

Zaijian

 

– Sergio –

Sergio Simoncelli Insegnante Gong Fu

 

4 risposte su “CHIAREZZA MENTALE: IL FUORI CLASSE in panchina!”

Ciao Sergio! Grazie per il tempo che dedichi al blog! Volevo chiederti, c’è un modo per migliorare la volontà del prezzo da pagare? Mi spiego. Quando comprendo il prezzo da pagare valuto se è abbordabile per i miei “risparmi”. C’è un modo pet aumentare la capienza dei miei “risparmi”?.
Poi una domanda forse un po troppo generica, c’è un modo per migliorare le prime fasi? (Dialogo interno, fissare un obbiettivo…). Il “secreto” sta nel sondare nel profondo noi stessi? O non ho capito un cazzo? 😀
Zaijan

Ciao Taz… supponendo che con “prezzo” tu intenda una metafora e non solo “i schei”, la risposta è SI!

Se non ho capito male intendi qualcosa del tipo: “se è possibile incrementare le risorse di cui si dispone per poter accettare di pagare prezzi più alti?”

Certo! Ma in qualche modo te lo sei già detto…!

Immagina di avere “il tuo malloppo” di risorse… dipendentemente dal “contesto” sicuramente puoi incrementarlo, studiando o osservando quelli “che sono in grado di COSTRUIRSI malloppi più grossi del tuo”, accumulando competenze, mettendoti in discussione e operando delle scelte “diverse” da quelle che fai di solito (e che hanno determinato l’entità di quanto tu possa destinare a tale scopo!)

Nel set skills che puoi coltivare esistono anche delle “formule” che ti permettono di migliorare la tua efficienza, rendendo disponibili “capitali” (sempre metaforicamente parlando) che magari erano stoccati in sordina o in qualche dimenticatoio…

Pensa ad esempio alla “capacità di saper GESTIRE il tempo a disposizione in modo efficiente o meno”… UNA BUONA ORGANIZZAZIONE può fare una “differenza di capitale” (di tempo) incredibile…

E’ UNA BELLA STRONZATA DA GUINNES quella che sparano: “NON HO TEMPO”!!!!

“24 ore al giorno”… come tutti…!

La differenza la fa sicuramente il MODO CON CUI ORGANIZZANO E GESTISCONO le loro 24 ore!!!

Riguardo la seconda domanda: “NO”…il secreto non è quello! (anche se va di moda crederlo!!!!)

Se non sei capace di leggere in inglese, cazzo puoi sondare di un’intera enciclopedia scritta in inglese?!?!?!

Ergo, la risposta diventa: IMPARA A LEGGERE L’INGLESE!

La domanda è:

* “come posso migliorare le mie competenze/abilità in merito a dialogo interno?”

STUDIANDO LA MATERIA!

* “come posso migliorare le mie competenze/abilità in merito alla capacità di fissare, formulare e perseguire un obbiettivo?”

STUDIANDO LA MATERIA!

E così discorrendo…

Paradossalmente, in rete c’è una montagna di “informazioni” che girano GRATIS!

Ma se “non riesco a comprenderne il VALORE” (perchè vivo di CONVINZIONI), e non mi pongo come scopo il MIGLIORARE ME STESSO, beh…

E’ un po’ come se si avesse “mal di piedi”, ma si insistesse a voler camminare scalzi sulle rocce taglienti NONOSTANTE SI ABBIA UNA SCARPIERA PIENA ZEPPA DI QUALSIASI TIPO DI SCARPE a disposizione!!! 😉

Per cui, in teoria, basterebbe UMILTA’… quella vera però…! NON LE “FALSE MODESTIE” DI CUI DI SOLITO CERTA GENTE “SI VESTE”!

Nella pratica, la scelta consapevole di INVESTIRE RISORSE in “corsi dove si impara ad intercettare e processare correttamente le risorse”…

La questione è piuttosto “delicata in tal senso”, perchè di “primo impatto” appare una banalità: “cazzo dici!?!?! TUTTI SONO IN GRADO DI INTERCETTARE LE RISORSE”!

E’ “controintuitivo”, MA NON E’ COSI’!!!

E’ vero, ma non ne si riesce a carpirne il VALORE AUTENTICO!!

La prova? GUARDATI ATTORNO!!!

Tutti SANNO COSA FARE PER RISOLVERE OGNI PROBLEMA (specie quello degli altri!), peccato che “pur SAPENDO cosa fare, NON SANNO COSA FARSENE O COME ADOPERARLO”!!!

In altre parole, le informazione le hanno (sanno), MA NON SANNO COME PROCESSARLE (non capiscono!)… 😉

Essendo “figli di una generazione” con a disposizione DI TUTTO E DI PIU’, l’estrema abbondanza mista a “schemi educativi” AMOREVOLI ma che andavano bene fino a qualche decennio fa, hanno prodotto una NON FAME… tanto “il frigo è sempre e comunque PIENO”!

Rendersi conto di SAPER DI “NON SAPERE” è un primo ottimo passo… ^_^

Secondo: STUDIA!

Terzo: METTI IN PRATICA CIO’ CHE HAI CAPITO!

Quarto: riparti e ripeti il ciclo QB (per te!)

^_^

Altro che segreti… ^_^

Ancora una volta sei riuscito a decodificare la mia domanda :D. Grazie Sergio chiarissimo!

Saranno “BOTERI SHPECIALI”?!?!?!? 😀 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.