COSA, PERCHE’ e COME… La “sacra trinità” dell’artista marziale consapevole!

Trinità

 

Se vedendo quest’immagine ti stessi chiedendo se fossi per caso impazzito, ti voglio rassicurare subito:

Sono matto da quando sono nato!   😉

La metafora della SACRA TRINITA’ mi serve per regalarti in modo sintetico I 3 PILASTRI su cui dovresti poggiare il tuo studio di artista marziale CONSAPEVOLE…

 

A dirtela tutta, ciò che sto per rivelarti ha molto più a che fare con la CONSAPEVOLEZZA, ma una persona che si accinge a calcare il “percorso di un’arte marziale”, non solo non ne è escluso, ma per certi vesti ne dovrebbe rappresentare un vero e proprio emblema!

Un individuo inconsapevole, potrebbe per talento “essere” considerato un’arma impropria… ed un Artista Marziale non è nè un semplice “guerriero”, nè un soldatino o una sorta di “mano esecutrice materiale” comandata da “una testa estranea”!

Per questo “non è possibile” sorvolare su una tale caratteristica…

Linguisticamente parlando,

La consapevolezza, è cognizione, presa di coscienza
derivata dal consapere, composto di con e sapere.
Questa parola denota un fenomeno estremamente intimo, e di importanza cardinale.

Non è un superficiale essere informati, né un semplice sapere – e si diparte anche dalla conoscenza, più intellettuale.

E’ una condizione in cui la cognizione di qualcosa si fa interiore, profonda, perfettamente armonizzata col resto della persona, in un uno coerente.

Dal punto di vista “pratico”, basta “porsi 3 semplici domande” ma contestualizzandole in relazione “ai processi” (invece che ai semplici eventi!):

  1. COSA…
  2. PERCHE’…
  3. COME…

Ti porto un esempio:

Voglio imparare il “kung fu”…

Una frase posta in questi termini, NON CONDUCE A NULLA!

Mentre in termini di “attuazione” può fornire “la spinta” in grado di muovere una persona a “CERCARE”, a livello di “risultati” sarà quasi impossibile “TROVARE SODDISFAZIONE”!

IL “COSA”…

Presupponiamo per un istante che “tu che leggi” sia questa persona…

…se ti chiedessi “cos’è il kung fu”, cosa mi risponderesti?

PROVACI… e poi “verifica se CIO’ CHE CREDI è in realtà coerente con CIO’ CHE E’  leggendo QUESTO (clicca su “QUESTO“!) 😉

In tutta probabilità sarai “anche tu CASCATO DALLE NUVOLE”, come successe a me molti anni fa e come capita al 99% delle persone che basano la propria conoscenza su FONTI DISCUTIBILI come film, libri, video e articoli reperibili in rete “con veramente poco”! …galleggiando sulla “becera giustificazione” che FARE L’ESPERIENZA “costa troppo”!!??!!

LA CHIAVE è, come ti preannunciavo qui sopra, “evitare di trarre conclusioni in relazione a CIO’ CHE SI CREDE osservando gli eventi”, e spingersi con razionalità AD ANALIZZARE I PROCESSI!

In altre parole:

  • puoi essere “veramente certo” che IL FILM, IL VIDEO, IL GIORNALE da cui stai reperendo le informazioni, RAPPRESENTI UNA VERITA’ ASSOLUTA?   …o sarebbe SEMPRE il caso di “mettere in discussione e VERIFICARE”?
  • SEI VERAMENTE SICURO di avere a disposizione “tutte le informazioni che servono per comprendere a fondo FATTI e DINAMICHE”? …o ragionevolmente e umilmente da OUTSIDER questo non è possibile?

Come vedi, il semplice inquadrare in modo chiaro “IL COSA”, è già fonte di una serie di problematiche che “portano fuori rotta” la NAVE DI UN CERCATORE SPROVVEDUTO!

IL “PERCHE’

Assolto il primo indispensabile passaggio, è fondamentale appurare quale sia LA NATURA della motivazione a “intraprendere un percorso”…

  • Imparare a difendersi dopo una “brutta esperienza”?   (paura)
  • Imparare a muoversi in modo straordinario per “fare colpo sugli amici”? (desiderio)
  • Imparare a prendersi cura della propria salute a seguito di un trauma? (bisogno)
  • Camminare nella via del miglioramento e dell’evoluzione personale? (volontà)

Il PERCHE’ ci fornisce “la spinta”… quando E’ MOLTO FORTE come nel caso delle “passioni”, si vive una condizione in cui il PROBLEMA E’ FERMARSI!!! ^_^

Ma cosa succede quando a spingere è la paura, il desiderio e il bisogno, e arriviamo ad ottenere “più sicurezza interiore”, “muoverci come un atleta” o “non soffrire più di un disturbo”?

SEMPLICE… la motivazione viene a mancare, e si va in PANNE!

Molto più probabile, prova a riflettere su cosa succederebbe se “durante il percorso” ci si trovasse a:

  • dover affrontare UNA PAURA superiore a quella che ci ha spinto ad imparare…
  • comprendere che agli amici su cui volevamo far colpo “non interessa nulla di come ci muoviamo”…
  • scoprire che con “una pastiglia al giorno” otterrei risultati simili e senza fatica…

Con questo voglio forse sostenere che sia sbagliato agire per paura, bisogno o desiderio?

CERTO CHE NO!!

Ma essere consapevoli del “tipo di movente”, del PERCHE’ siamo spinti all’azione, può fare UNA GRANDE DIFFERENZA tra l’impiegare TEMPO ed ENERGIA in direzione di RISULTATI CHE OTTERREMO, o sprecarne in una via che non porta da nessuna parte!

Le energie possiamo “recuperarle”, IL TEMPO NO!

 

IL “COME”…

E questo è il PEZZO FORTE!!!

E’ in quest’area che, una volta inquadrato un obiettivo (COSA) e verificato la motivazione che ci spinge a raggiungerlo (PERCHE’), dobbiamo PIANIFICARE “UNA STRATEGIA” EFFICACE ED EFFICIENTE  e REALIZZARLA!!!

E’ il regno della DISCIPLINA (leggi QUESTO!)… della FASE PIU’ PRATICA… delle “chiacchiere stanno a ZERO”!

Il tallone d’Achille per CIARLATANI, CHIACCHIERONI e “VORREI MA NON POSSO”!

E’ il mondo di quelli CHE TROVANO UNA STRADA invece di 1000 scuse…

E’ QUI CHE SI MATERIALIZZANO “I RISULTATI”… quelli veri!!

Dove costituisce una differenza incommensurabile l’essere semplicemente AFFACCENDATI (fare, fare e fare!), l’avere UN PROGRAMMA da seguire (CREDENDOCI FORTE FORTE), o l’utilizzare UN SISTEMA STRUTTURATO PER REPLICARE, SVILUPPARE E CONSOLIDARE “LE ABILITA’…”(ed esserne consapevoli e padroni!)

 

Ora che “SAI” dell’esistenza di questa SACRA TRINITA’, se ne hai compreso il valore, SMETTILA DI FARTI INFINOCCHIARE DA GURU, SANTONI E MAESTRI YODA DAI POTERI SOVRANNATURALI che VEDONO IN TE “UN CAVALIERE JEDY” ma che stranamente “cavalcano sempre una certa insondabilità del loro valore”!!!

 

Finche ti limiti alla “facilità e piacevolezza” del sapere senza comprendere” e dell’essere senza provarlo,  sarai sempre CARNE DA MACELLO per un “furbone” pronto ad approfittarsi della tua PRESUNZIONE!

Senza UMILTA’ e VOLONTA’ non DIVENTERAI MAI “UN ARTISTA MARZIALE”!!!

Processare in modo efficiente richiede infatti queste 2 CARATTERISTICHE… il COSA puoi sviscerarlo “prima ancora di iscriverti ad un corso”… il COME lo puoi fare una volta iscritto!!!

ENTRAMBI i passaggi “devono nascere tuttavia da una disponibilità” ANCHE da parte di una scuola, ma SE NON HAI L’ATTEGGIAMENTO ADATTO a “cogliere”, l’unica ambizione che potrai coronare sarà quella di diventare UN ABILE MANO al servizio DELLA TESTA a cui offri inconsapevolmente il tuo potere personale attraverso il tuo credo!

 

BUONA RIFLESSIONE!

 

       – Sergio –

Sergio Simoncelli Insegnante Gong Fu

 

 

Condividi su:
Questa voce è stata pubblicata in ARTI MARZIALI, SVILUPPO PERSONALE e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.