4 VERITA’ sul TAI JI che nessun Maestro ti dirà MAI… Perchè….

Tai Ji SergioMi rendo perfettamente conto che ciò che sto per rivelarti sul Tai Ji, potrebbe momentaneamente destabilizzarti… “specie se lo pratichi  e studi” con qualche formatore proveniente dalla scuola classica che ha dominato il panorama italiano negli ultimi 40 anni…

Ciò che ti chiedo, (a differenza di “quel tipo di docenti”!) è di accantonare “ciò che credi”, e dare valore a ciò che sei in grado di comprendere

Fatto questo, sarà semplicemente una questione di “compiere la scelta che riterrai più opportuna“!

Sono più di 20 anni che m’imbatto in persone che “hanno capito, ma…”

Se anche tu “CAPISCI… ma…” e passi comunque all’AZIONE, poi non lamentarti se l’epilogo della tua decisione ti condurrà AD UNA VERITA’ MOLTO SCOMODA:

C’è pieno di PERSONE INTELLIGENTI che fa SCELTE STUPIDE!

Siine una volta in più CONSAPEVOLE…

La via dell’UMILTA’ comporta il SAPERSI CONTINUAMENTE METTERE IN DISCUSSIONE…

Con un atteggiamento simile, ad ogni esperienza, si diviene in grado di assimilarne la LEZIONE celata…

Se “quel tipo di lezione” si rivela ridondante ci si trova dinnanzi ad una condizione di “trasparenza” che ci avvicina indissolubilmente ALLA VERITA’!

Quando invece, una diversa modalità di approccio ad un esperienza produce una LEZIONE MUTEVOLE, è necessario “prendere atto” che la nostra ricerca è ancora piuttosto DISTANTE DALLA META…

Alla luce di questo “semplice ragionamento”, crolla inesorabilmente il PALCHETTO DI CARTE che spesso ho riscontrato VOLER DIFENDERE A PRIORI in tutti i praticanti dello “sport DEI CONVINTI”!

Essi infatti, finiscono per inerpicarsi in DISCORSI poco comprensibili tirando in ballo  CONCETTI ancor meno “sondabili”…

Chi tocca muore

Se ritieni il “castello di carte” qualcosa di inespugnabile perchè credi a cartelli come questo di cui è cosparso, gli epiloghi possono essere soltanto 2:

  1. Cadrai nella trappola perchè inconsciamente ti consideri un fesso!
  2. Capti “la via facile per raccimolare 4 euro con un hobby” che si cela appena sotto UNA SUPERFICIE DI CONOSCENZA e accetti semplicemente di prender parte al gioco!

SE TI RITIENI “NON ADATTO” AD ORGANIZZAZIONI SIMILI e la sola idea di essere parte integrante di realtà del genere ti fa venire l’orticaria, la psoriasi ed il FUOCO DI SANT’ANTONIO, allora hai qualche chance per processare in modo efficace le 4 verita’ che sto per rivelarti…

1) IL TAI JI è SEMPLICE!

Come ti spieghi altrimenti che nella stessa Cina si tratti di una pratica a disposizione di tutti?????!!!!!

Forse “credi” che i cinesi siano TUTTI INDISTINTAMENTE DEI GENI o dei CAMPIONI DI ARTI MARZIALI?!!?

NO, eh?!

Prima di tutto… premettiamo che nella stessa terra che ne ha dato i natali, il Tai Ji viene considerato ed etichettato spesso come:

“La medicina nr 1!”

Forse, ritieni intimamente che OGNI CINESE abbia delle “competenze in M.T.C.” sufficienti per potersi (e magari poterti!) spiegare in CHIAVE MEDICA l’efficacia del Tai Ji in ambito “SALUTE”??

Ancora una volta, la risposta è NO!

Tuttavia, specie con la “vecchia generazione”, tutti l’hanno praticato (e ancora lo praticano) per mantenere “efficiente” il proprio stato di salute…

Contestualizzando l’articolo col frame “medicina”, è necessario però AVERE CHIARO quantomeno un CONCETTO DI BASE di quella “TRADIZIONALE CINESE”:

All’interno del “sistema PERSONA”, si dà per assodata l’esistenza di “flussi di ENERGIA VITALE” (Qi) in una rete di “meridiani”…

Quando il qi scorre liberamente ed in modo armonioso in questo circuito, si manifestano le condizioni ottimali per la salute della persona.

Il “tai ji”, è divenuto l’emblema PRATICO sul piano fisico per contribuire e “curarsi” di questa efficienza ed armonia.

Questo significa che per “il cinese medio”, (di solito ABILE REPLICATORE PRATICO!) è sufficiente “emulare” il movimento corretto seguendo una guida competente e la MAGIA AVVERRA’ DA SOLA!

Senza bisogno di “laurearsi in M.T.C.”…

Senza bisogno di “credere a nulla”… (che non sia la propria capacità di emulazione!)

…e soprattutto SENZA BISOGNO DI “LAVORARE MENTALMENTE” con intenzione ed affini!!!! (ma te ne parlo nel prossimo punto!)

Detto in DIGERIBILE:

IMPARI a MUOVERTI CORRETTAMENTE, e per una questione di “RISONANZA individuo/ambiente naturale”, la SALUTE si manifesta e viene NUTRITA!

2) “LE SUPERCAZZOLE”: la conoscenza va usata PER COMPRENDE, non per CREDERE!

Supercazzola SuoraL’arte della supercazzola per VENDERE e usata anche per “insegnare a quelli che ci credono”, devo confessarti che:

  1. Non centra un cazzo con il “vendere” autentico…
  2. Non centra un cazzo con “l’insegnare” autentico…

Ma come… vuoi dirmi che tutta la storia dei “10 principi dei tai ji” , il “muovere l’intenzione invece dei muscoli”, il fare un corso di autodifesa “non violento”  attraverso il tai ji sono SUPERCAZZOLE???

SI.

Purtroppo, la REALTA’ che abbiamo vissuto per decenni, è tutta UNA IPERMEGAENORMESUPERCAZZOLA!!!

Dibatterne “tutti i punti” ora, trasformerebbe questo articolo in UN TOMO SENZA PRECEDENTI, e dovresti farti mettere in sonno delta per affrontarne il viaggio senza giungere a conclusione in età senile!

Ma la BUONA NOTIZIA è “che non ti serve affatto farlo” per capire!

Prendi uno qualsiasi degli innumerevoli siti che ti parlano dei “famigerati principi” che ho accennato, e ATTENTO ALLA MAGIA:

Tutti sono riconducibili “al concetto di rilassamento”… PUNTO!

(a parte qualche FORMULA CREATIVA basata più che altro sulla “propensione a supercazzolare” che ad una reale “competenza” di chi TI SPIECHA!!!!)

Ora chiediti: “visto che il 99,99% dei docenti di TAI JI è qualcuno che ha un altro lavoro e che insegna per hobby o per passione“, come fanno ad annoverare quel tipo di “competenze” INDISPENSABILI ad un buon INSEGNANTE per intercettare e guidare un allievo a risolvere I PROPRI OSTACOLI?!?!?

Ma anche questo punto, te lo spiego meglio nella 4° VERITA’…

Semplicemente NON HANNO LA PIU’ PALLIDA IDEA DI COME FARLO!

Per cui, la realtà media in cui ti puoi imbattere, è quella del “TIPO TALENTUOSO” che è stato in grado di imparare a REPLICARE un buon modo di muoversi da qualcuno a sua volta ABILE NEL FARLO…

Siccome l’individuo comune tende a CREDERE che se QUELLA PERSONA RIESCE A FARLO BENE di conseguenza sara’ anche in grado DI INSEGNARMELO A FARE (forse! Se sei a tua volta un talento!!!!), parto a bomba e mi iscrivo fiducioso al corso… ma al primo ostacolo, ciò che mi aspetta è tutt’altra storia:

  • sono “io che devo imparare e non lui a dovermi insegnare” (PARLIAMONE!)
  • se “non ce la faccio è perchè non FACCIO ABBASTANZA” (Parliamone anche di questo!)
  • se non riesco “è perchè NON CI CREDO ABBASTANZA” (checcazzoneparliamoaffare!?!?!)

Insomma: il tuo MMMAESTRO è piu’ o meno DIO, e il problema E’ SEMPRE COLPA TUA… PAGA E PENTITI!!!!  Verrai così perdonato e potrai “sbagliare e pagare” a ripetizione finche MORTE FISICA non vi separi… in quel caso POTRAI VERAMENTE focalizzarti sulla “pratica dell’intenzione”, visto che IL CORPO sarebbe solamente un pezzo di carne che ingombra spazio!!!

3) E’ sotto gli occhi di TUTTI… “basta INDAGARE”!

salame OCCHI

Purtroppo, ciò che accade nella stragrande maggioranza dei casi (seguo un corso perchè CI CREDO!), ricalca la perfetta mentalità di livello “medio-basso”…

In ITALIA in specialmodo, dove i MISTICISMI ORIENTALI producono un effetto simile AI LAMPIONI DEL LUNGOLAGO NELLE SERATE ESTIVE PER TUTTE LE FALENE DEL CIRCONDARIO, si tende a “traslocare il proprio DOGMA” con relativa leggerezza, senza tener conto che ci si addentra di fatto in un contesto MOLTO POCO CONOSCIUTO e ancor meno “comprensibile” di quello da cui volevamo “fuggire”…

La prospettiva dovrebbe “far tremare”, invece ciò a cui si assiste di solito è più simile ad una sorta di INCOSCIENTE INTRAPRENDENZA, mossi da questa “sensazione di fiducia a credito“, scaturita dalla semplice OSSERVAZIONE e dal trarre conclusioni facili senza in realtà MAI ANALIZZARE LE QUESTIONI IN MODO INTELLIGENTE!

La domanda è:

“sei mai stato in oriente a mente spoglia da convinzioni o provato a vivere con uno di loro per qualche anno“?

NO! non mi riferisco a quei “ragazzi di buona cultura” e facoltà famigliare che sono giunti in Italia negli ultimi anni per LAVORARE o SPECIALIZZARSI in qualche mansione professionale moderna…

E neppure a quei “Maestri/Medici” cinesi che si sono trasferiti qui in Italia una trentina d’anni fa, e sono riusciti in pochi anni a metter su un paio di appartamenti, cavalcando “la cresta dell’onda” che UN MARE DI “CREDENTI” hanno prodotto!

Il tutto proprio mentre il “lavoratore medio italiano”, ha faticato a tirare a fine mese lavorando come una BESTIA DA SOMA!

(poi non lamentiamoci se in oriente ci CONSIDERANO MEDIAMENTE DEGLI SFIGATI a cui svuotare facilmente le tasche!!!)

Ma sorvolando su quest’aspetto socio/formale, entrando più nel merito della sostanza, hai mai riflettuto veramente su tutti quei paroloni che rendono LE COSE “INTRIGANTEMENTE COMPLICATE” per un occidentale CHE CI CREDE? (e anche se fosse in grado di capire, TANTO DAREBBE COMUNQUE VALORE A CIO’ CHE CREDE!!!!)

Ti faccio UN ESEMPIO:

Si tratta di un miscuglio di 2 o 3 fasi: solida (ghiaccio), gassosa (aria pregna di vapore acqueo) ed eventualmente liquida (acqua). Gli scambi fra queste fasi sono permanenti e molto importanti in quanto ne controllano la metamorfosi. Di conseguenza, essa non rappresenta un materiale ben definito, ma una miscela di sostanze, aria ed acqua in diverse fasi, le cui caratteristiche possono variare in modo considerevole. La maggior parte dei parametri, in particolare meccanici, variano di numerosi ordini di grandezza. A titolo di esempio nella Tabella 1.1.1 sono mostrati gli intervalli di variabilità di alcuni parametri caratteristici:

Tabella 1.1.1: domini di variazione di alcuni dei parametri più importanti  (da Dominique Marbouty, Neige et Avalanche n° 30 (3/83))

Parametro

Dominio di variazione

Densità
Conducibilità elettrica Conducibilità termica effettiva Albedo visibile
Viscosità di Maxwell

da 20 a 700 Kg m-3
da 10-8 a 10-5 ? -1 m-1 da0,02a1Wm-1 K-1 da 0,5 a 1
da 104 a 108

Sei seduto comodo ed in modo sicuro?

Perchè quanto sto per dirti potrebbe FACILMENTE CAPOTTARTI:

Tutta sta supercazzola è una piccola parte di una tesi di fisica che parla di qualcosa di misterioso: “LA NEVE”!!!!

PER INCISO: NON STO’ CERTO DENIGRANDO LA FISICA E LA SCIENZA nella loro inestimabile opera a contributo di tutto… ANZI!

Ciò su cui voglio “che ti focalizzi” è che se PRENDI UNA COSA SEMPLICE COME LA NEVE ed inizia A PROCESSARLA CON COMPETENZE E LIVELLI DI CONOSCENZA CHE “HANNO SENSO PER UN FISICO”, allora tutte queste informazioni, NON SONO UNA SUPERCAZZOLA, “ma un passaggio NORMALE tra le varie FASI DI STUDIO che una tal figura compie in relazione alle proprie competenze”!

Ma se tu alla SCIURAMARIA di Vertemate con Minoprio inizi a chiederle o parlarle in questi termini, i casi a cui puoi andare incontro sono solo 2:

  1. TI SPARA per porre fine alla tua sofferente e crudele esistenza…
  2. Siccome “SI VEDE CHE SAI”, inizia a considerarti UN GURU pur non capendo un cazzo di quello che dici!!!!

TUTTO CHIARO??? ^_^

LA STESSA COSA VALE PER IL TAI JI…

La domanda che devi porti è:

Mi voglio iscrivere ad un corso di TAI JI perchè voglio imparare una PRATICA per curarmi semplicemente della mia salute?

O voglio LAUREARMI in medicina tradizionale, cultura e filosofia cinese!?!?!?

Perchè SE LA TUA VERITA’ è quella in neretto, dovresti “evitare come la peste le SUPERCAZZOLE” costruite ad HOC PER INTORTARTI, rendendo “concetti SEMPLICI COME LA NEVE” fumosi e incasinati come quelli dello spezzone che ti ho riportato da una TESI DI LAUREA IN FISICA!!! (autentica!)

QUELLO CHE TI INSEGNA “E’ ACCOSTABILE ALLA FIGURA DI UNO SCIENZIATO O UN FISICO”???

O è solamente il sciurmario di Robecco sul Naviglio che vive da sempre “facendo l’OPERAIO” in qualche fabbrica locale, che ha l’hobby “del leggere tanti libri” (di cui capisce tanto quanto di IMPRESA rispetto al lavoro che “pratica 8 ore al giorno da 20 anni”!!!) e ha semplicemente SCOPERTO che con “quelli che ci credono” puo’ FARE IL FIGO atteggiandosi a DIO (senza responsabilità) e farsi chiamare MMMMMAESTRO????!!!!???

4) IL DIFFICILE è RISOLVERE i problemi PSICOMOTORI

Austin Powers

Qui entriamo NEL TALLONE DI ACHILLE dell’insegnamento HOBBISTICO…

Un docente che lo fa “per PASSATEMPO” (o per pagarsi le vacanze estive in Puglia), non ritiene SENSATO l’investimento di soldi, tempo ed energie NELLA FORMAZIONE PER FORMATORI!

Anzi, LO RITIENE PALESEMENTE SUPERFLUO!

Basta essere “in grado di FARE” e chi vuole imparare veramente sarà sufficiente CHE VEDA e che poi SI ALLENI… SI ALLENI, SI ALLENI DURO DURO!!!!

Un po’ come il MAI PIU’ MOSCIO di Austin Pawers

In un’ottica SELETTIVA e di ESTREMA ABBONDANZA di acquirenti, UNA LOGICA SIMILE POTREBBE ANCHE FUNZIONARE, intendiamoci… (è successo e succede IN CINA!)

…ma si tratterebbe di una sorta di TALENT SCOUTING… “non di qualcosa accostabile al concetto di SCUOLA“!

Non so se ti è chiaro!!!!!

GUIDARE NELL’IMPARARE A REPLICARE QUALCOSA, richiede un tipo di “specifiche competenze” che toccano temi come:

  • la gestione degli stati emotivi
  • i processi dell’apprendimento
  • il linguaggio
  • l’interazione e funzionalità tra psiche e corpo

NON CERTO L’ESCLUSIVO “ALLENAMENTO FISICO”!!!!!!!!

Ovviamente “non è che quello può mancare”, ma si tratta del minimo sindacabile dello studio, NON DI QUALCHE SEGRETO FILOSOFICO DEL CAZZO o “l’UNICA VIA CHE CONDUCE AL SUCCESSO”!!! ANZI… spesso conduce ad incazzature, delusioni e frustrazioni!!

Se bastasse solo quello, OGNI SOMARO SULLA FACCIA DELLA TERRA POTREBBERE “VINCERE GARE DI CORSA PER CAVALLI”!!!!   Basta che si alleni duro duro!!!

Non ci vuole un “genio” per capire che si tratta di un’emerita CAZZATA utilizzata come SLOGAN DI VENDITA per ACQUIRENTI CREDULONI PIGRI, vero?!?!?!

Dopotutto, “cosa ci vuole per SPACCIAR UNA PERLA DI DEMENZA SIMILE per SAGGEZZA MISTICA”?!?!?!?

Forse ci servono anni di studio della BIOMECCANICA? …competenze in campo CINETICO? …studio della MENTE e dei PROCESSI CHE GOVERNA? …competenze nel LINGUAGGIO e sulla modalità di interazione INTRA ed INTER PERSONALE a livello attuativo?

NO!

BASTA CHE LA “CAZZATA” SIA ESPRESSA IN MODO “CREDIBILE”, e si avrà sicuramente “appeal” con un DETERMINATO TARGET DI SEGUACI!

Non è forse VERO che le supercazzole, anche se DI FATTO “non dicono NULLA di sensato”, emanano un’aurea di sicurezza e saccenza?

Ricordo perfettamente la serata in un corso di PUBLIC SPEAKING qualche anno fa… e dopo un decina di minuti in cui il relatore faceva ridere la sala con un discorso senza fiato, freddò tutti facendosi improvvisamente serio e chiedendo:

“Che cos’ho detto”?

MUTISMO GENERALE… non volava una mosca…

E l’unica mano ad essersi alzata in quel frangente era quella del “sottoscritto”:

“secondo me NON HAI DETTO UN CAZZO”!

In un mix di incredulità generale, la mia probabile “faccia da culo” aveva non solo spiazzato (e infastidito la sala), ma anche IL RELATORE STESSO… che lasciato “il pubblico” libero di sbranarmi per qualche istante, poi decise di “salvarmi” confessando:

“in effetti NON HO DETTO UN CAZZO… ma l’ho DETTO GRAN BENE!!!!!”

La mia “pignoleria” mista ad acutezza mentale e “passione per l’uso delle parole”, mi aveva permesso di “intercettare” il GIOCHINO… e oltre all’INCOMMENSURABILE RIVALSA nei confronti di tutte quelle “facce schifate da sub-umano” che fino alla “sentenza del relatore” mi avevano guardato con sufficienza e disgusto, quella sera mi sono portato a casa IL VERO VALORE DELLE SUPERCAZZOLE!!!!

Tassello di inestimabile valore per la propria consapevolezza!

COME PERCHE’?

Ancora non ti è chiaro?

SE TI TROVI DAVANTI UN “MAESTRO” CON LE COMPETENZE DI UN KOALA CEREBROLESO in merito a “guidare nell’apprendimento”, che ti SBANDIERA INFORMAZIONI REPERITE QUA E LA attraverso la rete GRATIS e con estrema facilità, e TE LE SUPERCAZZOLA con un CARISMA di cui è dotato per natura, O SEI UNO CHE PRATICA “LO SPORT DEL COMPRENDERE” e lo SGAMI SUBITO… o “se sei una persona che passa all’azione in funzione di CIO’ CHE CREDE”, lo riterrai “CREDIBILE” a livello di “sensazione” ed entrerai in un TUNNEL da cui farai fatica ad uscire…

Anche per il semplice fatto che “il rendersi conto di essersi rivelati facilmente manipolabili e NON PROPRIO COSI’ INTELLIGENTI come ci aveva promesso la mamma”, è un tipo di FEEDBACK che NESSUNO GRADISCE RICEVERE!

Uno scotto che accompagna spesso “invasabili e convinti”, che non riescono ad evolvere la propria situazione semplicemente perchè NON LO ACCETTANO COME PREZZO DA PAGARE per migliorare…

Farsi “portatori di qualche SEGRETO DIVINO” in mezzo a “gente che agisce in funzione di ciò che crede e ragiona poco”, NON E’ SICURAMENTE “QUALCOSA DI ETICAMENTE E MORALMENTE CELEBRABILE”…   

SI E’ TUTTAVIA RIVELATA PER 40 ANNI “UNA SEMPLICE E VELOCE VIA” non solo PER NUTRIRE IL PROPRIO EGO, ma per riempirsi anche le TASCHE FACILMENTE attraverso il PORTAFOGLI SEMPRE APERTO di GENTE CHE CREDE ed è disposta a pagare CIFRE ASSURDE per assistere allo spettacolo DI UN “RECITA SUPERCAZZOLE”!

Se non hai davanti un insegnante in grado di RENDERTI “DIGERIBILE” UN CONCETTO SEMPLICE COME QUELLO DEL TAI JI PER LA SALUTE, ed attacca con SALAMELECCHI che assomigliano “alla tesi di laurea in fisica qua sopra” proposta a “GENTE COMUNE”, ti conviene “girare i tacchi” e se proprio proprio “sei suscettibile alle supercazzole”, CORRI A GUARDARTI “LA COLLANA di MONICELLI” che ne ha dato i natali con la trilogia di “AMICI MIEI”…

Quella è l’unica VERA SORGENTE che ti permetterà di capire veramente DI COSA STIA PARLANDO CHI HAI DAVANTI!  😉

Clicca sulla foto qui sotto se NON NE HAI MAI VISTO UNO! 😉

Amicimiei

GODITI le risate… e poi CHIEDITI rispondendo con SINCERITA’ a questa semplice domanda:

Davvero confondi “questa cosa con IL SAPER INSEGNARE”?

Sai come “se ne esce”?

GUARDATI IL “FILMATO” che trovi cliccando QUI… “al minuto 0:40″… 

DEVI ESSERE “COME IL MACELLAIO”!!!!  😉

E poi “CERCA UNA SCUOLA SERIA”, che ti permetta di “PRE QUALIFICARTI” in anticipo con un sistema informativo GRATUITO, se è possibile che abbia “CORSI IN TARGET”, ed in cui si pratichi con un SISTEMA DI STUDIO atto a rendere EFFICIENTI il tempo e l’energia che impieghi…

Quello che i CINESI intendono con “kung fu”!!!

Se in quel tipo di scuola, si insegna un TAI JI che sono in grado di spiegarti in modo semplice, chiaro e digeribile, ALLORA HAI FATTO BINGO!

 

Zaijian

 

     – Sergio –

Sergio Simoncelli Insegnante Gong Fu

Condividi su:
Questa voce è stata pubblicata in ARTI MARZIALI, BENESSERE, SVILUPPO PERSONALE, TAI JI QUAN e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a 4 VERITA’ sul TAI JI che nessun Maestro ti dirà MAI… Perchè….

  1. Giuseppe scrive:

    E bè…anche capire quello che hai scritto non è di dominio comune ma anche se uno solo riuscisse a riflettere avrai raggiunto lo scopo. Bravo.

    • Artista Marziale Artista Marziale scrive:

      CIAO GIUSEPPE!

      Hai perfettamente ragione… lo stesso patrimonio delle arti marziali non è di dominio comune! 😉

      E chi sostiene di”insegnare” il Kung Fu agli altri e poi spreca tempo ed energie a raccontare “solo quello che le persone vogliono sentire” con l’unico scopo di mettere insieme pranzo con la cena è una buona alternativa?

      (o ancora peggio quelli che alimentano il proprio EGO BULIMICO arruolando sub-umani pronti a “sacrificarsi per qualcosa in cui credono” e di cui non capiscono nulla… vogliamo parlarne!?!?)

      Studiare, imparare, comprendere… costa fatica DA SEMPRE!

      Non è una “novità di Sergio”… 😉 (o almeno NON DOVREBBE ESSERLO!!!!!!)

      Chi “va in crisi” per così poco, per come la vedo io, non è certo in TARGET con i corsi di KUNG FU… ^_^

      Ps.non so quale sia la visione d’insieme che tu hai… ma ti assicuro che in “grado di comprendere” ciò che scrivo, di persone ce ne sono ben più di una 😉

  2. Antonella scrive:

    Buona sera, non ho redbull con me…ma ho un cane che mi fa compagnia .. sono a metà dell’opera
    inizio con il dirti che l’articolo mi è piaciuto… sono un macellaio…” non ho capito un cazzo” o meglio dire VOGLIO comprendere

    generalmete l’approccio che ho con i tuoi articoli (e tu sei una persona molto prolifica) è leggerli… rileggerli e… rileggerli ancora… perchè usi un linguaggio molto forbito, fai tantissime similitudini e usi tantissimi esempi… io per natura ho il dono della sintesi…
    normalmente prendo appunti.. (sintetici .. e poi ci ragiono sopra)…
    oggi mi sono portata a casa parecchi imput che però hanno bisogno di delucidazioni…

    1) IMPARI a MUOVERTI CORRETTAMENTE, e per una questione di “RISONANZA individuo/ambiente naturale”, la SALUTE si manifesta e viene NUTRITA!

    e questa mi piace … anche se non concordo con il titolo… il tai ji è semplice… per me non lo è … e qui scatta la prima domanda… c’è qualcosa che non mi torna… per me non è semplice perchè per ogni movimento studiato ha delle implicazioni fisiche emotive (i propri limiti) e di comprensione
    non lo vedo come un esercizio da copiare …ma voglio capire la struttura del movimento, quali forze entrano in gioco… per chi è agli arbori come me il copiare non è sufficiente … ecco la prima difficoltà..sbaglio??? cosa sbaglio??
    e qui scatta la sconda domanda…anche chi è bravo a copiare (vedi copie di quadri benfatti ma sempre copie) quando esegue un esercizio deve metterci del suo??… apparentemente no… ma ogni individuo è unico si muove in maniera differente da altri individui… fino a dove, nella pratica, l’individualità può emergere???chi fa giusto e chi sbagliato?

    2) Siccome l’individuo comune tende a CREDERE che se QUELLA PERSONA RIESCE A FARLO BENE di conseguenza sara’ anche in grado DI INSEGNARMELO A FARE

    mi piace… un bravo esecutore non è necessariamente un bravo insegnante.. un bravo atleta non è sempre un bravo coach

    3) Mi voglio iscrivere ad un corso di TAI JI perchè voglio imparare una PRATICA per curarmi semplicemente della mia salute?

    mi piace… ma non mi basta… altri sport/discipline ecc fanno bene alla salute.. xchè proprio il tai ji… a questa non so rispondere anche se so di avere fatto la scelta giusta.. mi sento meglio, sono rilassata, riesco a fare movimenti che prima non riuscivo a fare ecc … xchè allora ho la sensazione che non basta…scegliere il tai ji per la salute ….non ti sto chiedendo di spararmi le supercazzole… non mi servono… è sbagliato dire che la pratica da consapevolezza…delle proprie possibilità dei propri limiti … aiuta nella crescita personale, aiuta nella gestione di se stessi sia da un punto di vista fisico che psicologico???… o sono supercazzole??

    e quando scrivi:

    Se non hai davanti un insegnante in grado di RENDERTI “DIGERIBILE” UN CONCETTO SEMPLICE COME QUELLO DEL TAI JI PER LA SALUTE, ed attacca con SALAMELECCHI che assomigliano “alla tesi di laurea in fisica qua sopra” proposta a “GENTE COMUNE”, ti conviene “girare i tacchi” e se proprio proprio “sei suscettibile alle supercazzole”, CORRI A GUARDARTI “LA COLLANA di MONICELLI” che ne ha dato i natali con la trilogia di “AMICI MIEI”…

    sto sbagliando??… quando dici per la salute intendi solo quella fisica??
    non so se sono riuscita a spiegarti cosa ti voglio chiedere…
    grazie Anto

    • Artista Marziale Artista Marziale scrive:

      Ciao Antonella! Spero che “il peloso” ti tenga “vigile” piu’ che distrarti… DI SICURO “fa meno male della redbull”!!!! 😉

      Prima di rispondere alle tue domande, volevo solo farti presente che una questione è “scriversi degli appunti su cui ragionare”… altra cosa è “scrivere un articolo di contenuti” in un BLOG a cui ha accesso il curioso, il neofita MA ANCHE L’INSIDER DI ESPERIENZA che sta studiando e a lezione si trova a DOVER SCEGLIERE tra la pratica, lo studio o “il segnarsi gli appunti”! Questi articoli fungono anche “da SUPPORTO” per loro… 😉

      La complessità e la vastità di alcuni argomenti trattati è tale che talvolta “uno solo di essi” meriterebbe lo SCRIVERGLI UN LIBRO! E anche se fatichi a percepirlo in prima analisi, attuo invece una SINTESI ESTREMA proprio nel tentativo di mantenere un “equilibrio” tra contenuti e “decifrabilità MEDIA degli stessi”!

      Se ci rifletti, il fatto stesso che tu mi abbia fatto “tutte queste domande”, presuppone che LA SINTESI che ho attuato è stata “persino eccessiva” per le tue corde… 😉 …perchè “ti mancano TASSELLI” per poter decifrare bene i contenuti riportati… ^_^

      In relazione al grado di competenza infatti, il neofita o l’esperto VEDONO e INTERCETTANO informazioni “differenti”… com’è NORMALISSIMO che sia…

      PREMESSO questo, vengo direttamente alle tue domande…

      1) La questione che sollevi è “più articolata di quel che sembra” (NON DIFFICILE, ARTICOLATA!)… Tieni presente prima di tutto che “ognuno degli allievi” ha un PROPRIO GRADO DI ABILITA’ INTRASPECIFICA a livello PSICOMOTORIO (per usare un parallelismo col mondo canino)
      Ciò che “per uno studente risulta difficile da replicare”, per un altro appare come una cosa semplicissima!
      La natura estremamente articolata dei fattori che “toccano” gli aspetti individuali che hai menzionato in parte anche tu, COMPLICA LA COSE alla guida in maniera impressionante…
      Un istruttore, un insegnante ed un allenatore, per esempio, hanno competenze molto diverse… (vedi QUI)
      Una persona “che lavora ed ha una famiglia”, ad ogni lezione “potrebbe avere da fare i conti con la giornata alle spalle”…
      La tecnica che sta studiando in quel frangente potrebbe “cozzare” con 1 o più limiti personali contemporaneamente…

      E’ DURA “FORNIRE LA FORMULA CERTA che si sposi CON TUTTI”! Troppe variabili in gioco… (anzi, è IMPOSSIBILE!) 😉

      “I CORSI IN TARGET” che stiamo realizzando nella nostra scuola, consentono di andare “a collegare meglio” le reali esigenze di uno studente con “l’ambiente e il docente PIU’ ADATTO a soddisfarle”, sia in fase di “prequalificazione” (SCELTA CONSAPEVOLE sul sito http://www.fengchin.org), sia in quella evolutiva dopo IL PRIMO ANNO…
      Ma si tratta di un processo INNOVATIVO (non l’ha mai fatto e strutturato nessuno a livello sistemico!) e c’ha bisogno di “evolversi”…
      Nel frattempo, studiamo “su piu’ fronti”… (a differenza del passato in cui dopo 4 anni IN TEORIA “tutti sapevano fare la forma”, in realtà QUASI NESSUNO era indipendente!!!!)
      Quando si lavora “IN EMULAZIONE”, per esempio, (quello che chiami “copiare”!) si sta tentando di RIPRISTINARE un “meccanismo naturale” insito in ogni essere umano, che è andato con gli anni “distorcendosi e incasinandosi in modo assurdo” per vari motivi (che evito di trattare QUI e ORA!)… PARADOSSALMENTE, “lavorare su quel tipo di attitudine” in alcuni individui può portare delle vere e proprie ESPLOSIONI EVOLUTIVE sul sistema di apprendimento… Per alcuni “si tratta di un MIX” tra risultati e disagi… Per altri SON SOLO DISAGI!

      Tieni inoltre presente che “nulla è casuale” (NEI NOSTRI CORSI!)…

      La prima fase che si affronta durante le lezioni, serve a “costruire UNA STRUTTURA CORRETTA” del movimento, per poi sviluppare gli automatismi necessari “a passare ad un livello di studio superiore”…
      SOLO QUESTO, POTREBBE RICHIEDERE PER ALCUNI INDIVIDUI “PERSINO MESI”, specie con ritmi di allenamento molto blandi… ma come dicevamo, se non abbiamo 20 anni, NON SIAMO MOSTRI DI TALENTO, non siamo ricchi di famiglia e possiamo permetterci ESPERIENZE ACCADEMICHE in cui dedicarci TUTTI I GIORNI per varie ore “allo studio”, CIO’ SU CUI E’ INTELLIGENTE LAVORARE PRIMA DI TUTTO E’ “L’INCREMENTARE LA PROPRIA EFFICIENZA A LIVELLO DI APPRENDIMENTO”! (ecco perchè a volte VENGONO MESSE A DISPOSIZIONE UNA TIPOLOGIA DI INFORMAZIONI CHE “APPARENTEMENTE” NON CENTRANO NULLA COL “PRATICARE TAI JI”!)

      “Ogni individuo”, come ribadito, ha caratteristiche ed esigenze DIVERSE! Non so se sono riuscito a “produrti uno SPACCATO CHIARO” della realtà!

      VERSIONE “BIGNAMI” : “IL TAI JI E’ FACILE”… ma alcuni “limiti PERSONALI” ne compromettono le condizioni di REPLICA!

      Prima tuttavia di “incastrarsi la mente” converrebbe prendere in esame anche DA QUANTO SI PRATICA, CON CHE FREQUENZA, CON CHE “TIPO DI QUALITA’ DI STUDIO” etc…

      Per come la vedo io, CONSIDERANDO “LA GIORNATA TIPO CHE QUOTIDIANAMENTE UNA MOGLIE/MADRE” si porta sulle spalle, OGNI PICCOLO MIGLIORAMENTO andrebbe CELEBRATO COME “QUALCOSA DI EROICO”!!! “Non so se SONO STATO SPIEGATO”! 😉

      In merito a “quelli bravi” se devono metterci del loro…

      Se intendi che “POSSA INVENTARSI LE COSE”, beh… DIREI PROPRIO DI NO!!! (anche se molti lo fanno “investiti da facoltà divine”!)

      Se invece intendi qualcosa come: “ADATTA IL MODO CORRETTO DI MUOVERSI” alle sue caratteristiche fisiche, ALLORA DIREI CHE “CI SIAMO”…

      E’ sempre il contesto ed il MODELLO a cui ci riferiamo, che determinano il “giusto e lo sbagliato”! 😉

      2) 😉

      3) Anche qui: DIPENDE “COSA INTENDI PER SALUTE”… Per alcune persone è sudare, per altri è NON AMMALARSI, per altri è GUARIRE… le sfaccettature sono molteplici…

      Al di la di questa “puntualizzazione”, il tai ji, per come la vedo io, è una sorta di MATRIOSKA!!!

      Ciò che ne puoi ottenere DIPENDE DALLA PROFONDITA’ con cui riesci ad arrivare a studiare…

      Ma occhio… perchè in questo caso “sforiamo nell’aspetto KUNG FU”… (rileggi i 2 articoli su tale argomento)

      Quello che hai scritto E’ VERO, “ma DIPENDE” dalla linearità tra ciò che sei in grado di processare come informazioni (livello di competenza), e la BONTA’ (passami il termine) delle INFORMAZIONI CHE TI VENGONO MESSE A DISPOSIZIONE!

      Se chi te le mette a disposizione è un ARTISTA DELLE SUPERCAZZOLE, e il tuo livello di “competenza” non è medio/alto, potresti finire a VAGARE NELLE SABBIE MOBILI DI INFORMAZIONI “INSONDABILI” e INCOMPRENSIBILI!!!! Ma che “SE CI CREDI”, potresti percepire come VALIDE…”per sensazione”! (non per competenza!)

      MI GIOCO IL JOLLY “DELL’INFERNO ASSICURATO”:

      Se vai a confessarti e CREDI AL POTERE DIVINO DEL PRETE, ti bevi “la sua supercazzola” e te ne esci “sollevata a livello di sensazione”!

      Se la tua COMPETENZA “TI PERMETTE DI DECIFRARE I PROCESSI LEGATI ALLE CREDENZE”, COMPRENDI CHE “TALE SENSAZIONE” è legata semplicemente AL TUO CREDERCI!!! Se non ci credi, fai esattamente COME IL MACELLAIO del video! 😉

      PER SALUTE “intendo quella fisica”? NO, non mi riferisco “SOLO A QUELLA FISICA”!

      Anche perchè in chiave orientale NON HA PRATICAMENTE SENSO distinguere “a compartimenti stagni” il piano fisico da quello psicologico… (se vuoi anche da quello EMOTIVO e SPIRITUALE)

      La persona è “percepita come INDIVIDUO”…

      Ma qui dovremmo aprire UN’ALTRA PORTA SU UN OCEANO… (è sostanzialmente una questione di CULTURA)…

      Se “noi” abbiamo il MAL DI TESTA, pensiamo che IL PROBLEMA SIA LA TESTA…

      Un orientale, “ipersemplificando”, pensa che “la sua persona ha un problema e si manifesta con il dolore nella testa”!

      Mi auguro di averti fornito “abbastanza tasselli” per poter decifrare meglio la questione…

      Ps. IL LINGUAGGIO è uno dei fattori “discriminanti” per fare in modo che la mente si riveli IL MIGLIOR AMICO o il PEGGIOR NEMICO! (trovi vari articoli sull’argomento!) 😉

      “Rinchiudere la propria elaborazione interna delle informazioni in una dicotomia GIUSTO/SBAGLIATO”, è molto LIMITANTE per i processi di comprensione…

      NON STAI SBAGLIANDO, la tua percezione è SEMPLICEMENTE “delineata” in modo del tutto NATURALE dal tuo livello di competenza… come lo e’ per tutti!!!

      Mano a mano che progredirai in tal senso, (e fare domande è UN OTTIMO MODO PER FARLO!) vedrai che queste domande “avranno lasciato posto ad un NUOVO LIVELLO di consapevolezza” che porterà con se ALTRE DOMANDE… ad un livello superiore!! 😉

      Anto 2.0…

      Poi Anto 3.0

      …4.0

      E così via… finche lo vorrai…!

      L’Anto 4.0 sarà in grado di percepire nel tai ji che pratica, qualcosa di estremamente più profondo di quella 1.0…

      Ma questo, non renderà il TAI JI “PIU’ DIFFICILE”…

      Il TAI JI è FACILE!

      E’ l’evoluzione della propria ABILITA’ a “non esserlo”! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.