10 buoni motivi per iscriversi ad un corso di Arti Marziali Tradizionali… ops… ne basta uno: INTELLIGENZA …

Arti Marziali (possibilmente “tradizionali”)… questo sceglierei “per intelligenza”…

…da qui a qualche giorno inizierà la corsa per l’iscrizione ai corsi stagionali

Volevo veramente elencare i famigerati 10 punti tanto amati dal popolo webbaro, ma ne serve in realtà SOLO UNO: l’INTELLIGENZA!

…anche se c’è da capirsi bene… E NON SEMBRA POI COSI’ FACILE…

Premessa

NO! Non è una campagna “diffamatoria e di parte”…

Se hai letto altri articoli di questo BLOG sai che la ricerca è costantemente volta a quel qualcosa di buono che possa rappresentare una “lezione” da mettere in saccoccia…

…indipendentemente dal fatto che abbia puntato la mia attenzione su qualche sport da combattimento, corso di difesa personale o Arte Marziale Tradizionale.

Per uno studioso “le esperienze sono FONDAMENTALI”, ma “occhio a quella che CREA la propria BASE COMPORTAMENTALE”…!

Per cui, se invece di improntare una lettura basata su ragionamenti, hai anche solo 1/4 di intenzione di scorgere, generare o alimentare una sorta di PROCESSO EMOTIVO INTERIORE sulle prossime righe, ti suggerisco di “interrompere la lettura immediatamente”!

Settembre alle porte… “profumo di Arti Marziali nell’aria…”

Un po’ per i fatti di cronaca, un po’ per una sensazione di insicurezza mista ad impotenza che i media alimentano quotidianamente “nelle masse”, i primi giorni di Settembre coincidono ormai da anni ad una “corsa al corso”…

Ma tra il livello mediamente “basso” di consapevolezza, ed una sorta di “vizio all’ottenere tutto subito e preferibilmente in modo facile”, imperversa anche un’ambigua specie di “caccia alle streghe tra le corsie di un supermercato”!

Se il tipo di RICHIESTA E’ QUELLA, il mercato “efficace” SI ADATTA e produce L’OFFERTA VINCENTE!

Peccato che questo “affare” abbia prodotto ed alimenti costantemente una perdita di valore in un ambiente che “la STORIA” ci aveva consegnato come ESEMPLARE in tal senso…

Il TUTTO SUBITO e FACILE, non puo’ essere “merce per tutti”!

C’è qualcosa di VERO ma di TROPPO RARO tra i SEGRETI di un BUON MARKETING!

Viene VENDUTA l’IDEA che, qualcosa di “accessibile in verità a POCHI FORTUNATI”, sia percepito come “QUALCOSA ALLA PORTATA DI TUTTI”.

Pensaci…

Vuoi diventare “…………”  SENZA FARTI IL CULO e IN POCO TEMPO? …eccoti la NOSTRA SOLUZIONE “ACQUISTABILE”!

Dove “………” può essere:

  • RICCO
  • MAGRO
  • BELLO
  • FORTE
  • SICURO
  • POTENTE
  • FAMOSO

“Ci avevi mai fatto caso”?!?!?!

E LA MASSA “PIGRA e VIZIATA” pronta ad aprire il portafogli alla ricerca di appagamento ci casca “spinta da molta emotività” e ZERO razionalità… o quasi!

Una volta si parlava solo di SPERANZA e FORTUNA…

Qualcosa che a livello percettivo veniva “venduto” esclusivamente dalla RELIGIONE…

Ma oggi, siamo tutti “grandi peccatori” …e molti hanno scoperto che FARE I PRETI DELLA SITUAZIONE può rivelarsi REMUNERATIVO!!!

Tra l’altro anche “con una certa velocità” grazie ai media…

E’ un po’ il GIOCHETTO DEI CASINO’ o delle LOTTERIE VARIE!

E’ vero che “per qualcuno” esiste la possibilità di vincere facile…

Ma a fronte di POCHISSIMI VINCITORI VERI, si schiera una sterminata massa di “FINANZIATORI” dell’ingranaggio.

Alcuni di loro “perderanno tutto”!

Ora togliti la curiosità di risalire qualche riga e prendere in considerazione “uno qualsiasi” dei casi citati…

Ti rendi conto che funziona ESATTAMENTE sia in positivo che in negativo?

OTTIMO! Ora “metti da parte questa VERITA’…” la riprenderemo piu’ avanti…

Arti Marziali, Sport da Combattimento o Corso di Difesa Personale…

Cliccando sull’immagine qui a fianco, ti si aprirà una nuova pagina con un altro articolo del BLOG…

Si tratta di un’analisi fuori dal coro mediatico del fattaccio che in questi giorni ha visto epilogare una serata vacanziera in discoteca, NELLA MORTE DI UN RAGAZZO TOSCANO.

Al di la di tutto il clamore mediatico che l’evento ha suscitato “i primi 2 giorni” (poi eclissato dall’attentato a Barcellona!), da studioso e insegnante di Arti Marziali, mi sono accorto che aleggia nell’individuo medio, una PERSUASIONE FALLACEA e per certi versi MOLTO PERICOLOSA!

La questione è da decifrarsi “nella mentalità” implicata alla PROBABILE dinamica di quel evento… (Probabile, perchè CONTRARIAMENTE A QUANTO CREDE IL POPOLO DEL WEB e di cui sembra CERTO, si sa ancora troppo poco e tutto è concentrato in SOLI 10 SECONDI di ripresa delle telecamere del locale… che STRANAMENTE sembra che abbiano “beccato” solo gli ultimi 10 secondi di zuffa!)

Ma ne parlo meglio in quell’articolo…

SE NON L’HAI GIA FATTO, ti suggerisco vivamente di farlo… almeno avrai a disposizione “qualche tassello in più” tangibile con la realtà che viviamo quotidianamente…

…e questo ti tornerà utile nel COMPRENDERE CHIARAMENTE il senso di questo nuovo articolo:

Fare una scelta consapevole!

PERSONALMENTE (sia oltremodo chiaro!), NON HO “NULLA di per se CONTRO” i corsi di DIFESA PERSONALE e SPORT DA COMBATTIMENTO…

…ma in un clima di quasi totale inconsapevolezza, QUALCOSA DA DIRE CE L’HO E COME…

Specie dopo che “UN RAGAZZO che ha dimostrato di sapersi difendere attraverso UN KO”, è stato messo alla GONIA MEDIATICA dalla comunità del web… che l’ha etichettato come assassino.

 (per giunta con “estrema leggerezza”, dato che l’utente medio nel 99% dei casi lo fa IN PREDA AD UNO STTO EMOTIVO PERSONALE scaturito da UN TITOLO MEDIATICO, 10 secondi di un video in cui NON C’E’ NULLA DI QUANTO TITOLATO, ed in SCIA SOLIDALE alla massa che impera nel web)

 

La questione quindi è:

“Come faccio ad orientarmi” nella scelta DEL CORSO GIUSTO PER ME?!?!?! (Senza rivelarmi IL BOIA MEDIATICO MEDIO che non otterrà mai nulla?!!??!)

  1. E’ necessario COMPRENDERE “quali esigenze realmente si vogliono appagare”… a prima vista potrebbe sembrare una cosa “banale”, ma non lo è affatto!!!
  2. Come faccio a SAPERE quale sia la “direzione più proficua per appagarle”? (ci vuole l’aiuto di un esperto… ma non possiamo certo pretendere che per “ogni curioso” un esperto dedichi gratuitamente ORE del suo tempo per aiutare un outsider a comprendere meglio! LE INFORMAZIONI DI QUALITA’ CIRCOLANO, è necessario “informarsi adeguatamente e studiare”! Se non si è intimamente disposti a farlo, meglio optare per LA ZUMBA! )
  3. Divenire consapevole del fatto che OGNI SCELTA, PORTA CON SE UN “PREZZO DA PAGARE”… inquadrarlo chiaramente e “accettare di pagarlo” è un PASSAGGIO CRUCIALE ma che nessuno valuta preventivamente…

Ora parliamoci CHIARO:

Prima di “decidere” A QUALE CORSO ISCRIVERSI, converrebbe “infinitamente” dedicare tempo e risorse a sufficienza per INQUADRARE LE PROPRIE REALI ESIGENZE…

“Non lo fa nessuno”…

E’ un dato ineluttabile che il 95% delle persone SCEGLIE IN BALIA DELLA SPINTA EMOTIVA… senza ragionare…

* se tu ti ritieni diverso dai un’occhiata a QUESTO LINK

Nella SCUOLA DI KUNG FU a cui si riferisce, è stata messa a disposizione di tutti (con un lavoro che ha richiesto 8 mesi di impegno) una sorta di CONSULENZA/GUIDA online (attiva 24/24) per aiutare un potenziale iscritto ad intercettare le proprie esigenze e “connetterle direttamente alla disciplina piu’ adatta a soddisfarle”

Se ci pensi, infatti, ammesso che una persona sia abbastanza consapevole da intercettarle, da NON ESPERTO DI UNA DISCIPLINA, “come diavolo farebbe a poter MIRARE GIUSTO” se non viene guidato da un INSIDER?

La pagina è li… ci si lavora costantemente… è SICURAMENTE UN AIUTO, ma successivamente, l’UTENTE MEDIO, incontra subito UN “NUOVO SCALINO”!

“quello che COMPRENDE è in conflitto con CIO’ CHE CREDEVA”!   …e indovina un po’ come epiloga internamente la questione nel 90% dei casi? ^_^

Ciò che si riesce a comprendere, viene eclissato da ciò che si crede (piu’ o meno inconsapevolmente!)

 

 NON E’ COLPA DELLA SCUOLA O DEL MAESTRO O DELLA “DISCIPLINA SBAGLIATA”!

Sei “tu che scegli in modo STUPIDO”… non INTELLIGENTE…

Chiaro?

E CON QUESTO PRESUPPOSTO, qualsiasi sia il VALORE AUTENTICO dell’insegnante, il supporto pratico della scuola, o “la tipologia tecnica” della disciplina specifica, SARANNO SEMPRE SECONDARI “ALLA STUPIDITA’ CON CUI HAI AFFRONTATO LA SCELTA”.

Come dicono gli anglosassoni: “NO CONTEST”!

E il “prezzo da pagare”?

Iniziamo ad “entrare” nel vivo della questione INTELLIGENZA…

Vedi, se tu inizi uno qualsiasi dei percorsi “più o meno marziali”, esiste un “prezzo”  inteso come la quota che versi alla società/scuola/associazione/palestra per seguire il corso (mediamente sui 50€/mese), e quello che intendo io”:

“IL TEMPO e LE ENERGIE che impiegherai per raggiungere il tuo obbiettivo”!

Quando parlo di “INTELLIGENZA”, capisci bene che “ALMENO AVERNE UNO DI SUFFICIENTEMENTE CHIARO” è qualcosa di FONDAMENTALE!

UN OBIETTIVO “ALMENO” CHIARO (non “il meno caro”!)

Se il tuo obiettivo è CHIARO, ti sarà possibile “indagare” (almeno in parte) sulla FATTIBILITA’ O MENO dello stesso, e comprendere IL PREZZO CHE COMPORTERA’ POTENZIALMENTE…

Quello per REALIZZARLO, ma anche quello PER AVERLO FATTO DIVENTARE “PARTE DI TE”!

Mi spiego meglio:

Una volta che “hai imparato a difenderti”, avrai attivato nella tua persona un “certo tipo di processi automatici“…

Questo è NORMALE da un punto di vista “sistemico”, anche dove MANCA DI FATTO UNA DIDATTICA EFFICACE o un “particolare talento:

Ripetendo “x volte” qualcosa, quel qualcosa, dopo “y tempo”, diverrà AUTOMATICO!

Un po’ come l’operaio che si allena 8 ore al giorno ripetendo la stessa operazione…

“Quell’operazione” dopo un po’ diventerà IN LUI automatica!

CHIARO QUESTO PASSAGGIO?

La complessità UMANA…

Più un automatismo è FORTE (“condizionato” in gergo tecnico), e più le probabilità che si manifesti diverranno ALTE!

Questo “come ragionamento di base”…

Ma la PERSONA UMANA, è costituita da un insieme di “processi” racchiusi in sistemi

L’argomento è molto COMPLESSO e ARTICOLATO, per cui “volutamente” lo ipersemplifico per poterci capire senza “essere dei geni o esperti del settore”…

Quando ho sviluppato “un automatismo comportamentale”, questo coinvolge 3 sistemi:

  1. FISICO… con annesse tutte le caratteristiche, abilita’ fisiche e competenze tecniche (McGregor e Don Luigi della nostra parrocchia SONO DIVERSI in tal senso, ok?)
  2. PSICOLOGICO… con annesse tutte le caratteristiche, abilità psicologiche e competenze (uno STUPIDO o un CONFUSO ed una persona INTELLIGENTE o LUCIDA non sono la stessa cosa ok?)
  3. EMOTIVO… con annesse tutte le caratteristiche personali (Un individuo   INCAZZOSO, non è la stessa cosa di un COMPASSIONEVOLE o un PAUROSO…ok?)

L’automatismo “trascende” il piano razionale

Questo significa che, toccando vari piani nell’individuo, acquisisce veramente una sorta di AUTONOMIA… che trascende la razionalità! (per cui si manifesta indipendentemente da quello che “razionalmente penserò nel momento dello stimolo”)

Oltre a questo piano “personale” c’è quello ambientale!!!  … se vogliamo, “IL CONTESTO”…

Se ci troviamo in chiesa per celebrare l’omelia… “sarà vincente McGREGOR o Don Luigi”?!?!  😉

E in una gabbia di MMA?

E per strada in una rissa?

Ora, salvo che tu sia una sorta di “invasato divino” (fuori target e incappato in questo articolo per sbaglio!), le risposte a queste domande retoriche dovrebbero emergere PIUTTOSTO SCONTATE… non trovi?

“IL MIO MAESTRO” mi ha sempre detto che le arti marziali NON SI USANO FUORI DALLA PALESTRA/DOJO/KWON…

Ok… vero… lo dicono tutti…

Ma siamo sicuri che poi le cose vadano “come pensiamo”? (alias COME CI HA DETTO LA FIGURA DI RIFERIMENTO?!?!)

La questione quindi è:

“una volta creato E CONDIZIONATO un BUON AUTOMATISMO”, siamo sicuri che “in qualsiasi contesto” (ambientale o interno), su ognuno dei 3 piani personali andrà come ci si è prospettati RAZIONALMENTE?

Altra domanda retorica!

Certamente NO!  Sono moltissimi i fattori che possono intervenire influenzando il nostro stato emotivo, psicologico e fisico… e anche gli ambienti in cui viviamo sono di VARIO TIPO!

Chi sostiene il contrario, O MENTE…

“…O E’ IGNORANTE”!

Esempio?

“L’ASSASSINO CECENO di Lloret de Mar”

Già… perchè forse NON LO SAI… forse ti è sfuggito… forse “ogni particolare che vada oltre L’ASCIA DEL BOIA MEDIATICO” non sei andato a cercarlo…

Il ragazzo era un “esodato Ceceno”, risiedente in Francia dopo aver regolarmente chiesto asilo…

Era un ragazzo “NORMALE” CHE NON AVEVA MAI DATO PROBLEMI… un atleta che fa competizioni di MMA e “sembra” fosse una mezza promessa…

Uno che in palestra non aveva mai dato NESSUNA AVVISAGLIA  di instabilità…

Sicuramente forte… molto forte… TROPPO FORTE…

“Uno di quelli col KO a portata di mano e di gamba”…

Un ventenne che amava anche divertirsi e andare in discoteca facendo TUTTO QUELLO CHE I RAGAZZI DI QUELL’ETA’ MEDIAMENTE FANNO…

E che si è trovato come loro in una delle location più gettonate per le vacanze estive…

Dove “più di qualcosa è andato storto”… ad iniziare dal caso…

…passando per l’alcool (forse!)… alla lite “normale” (purtroppo) in condizioni e ambienti come quello…

Al “confronto/scontro” dove i PROPRI AUTOMATISMI escono “al di la del pensiero razionale”… (che sono certo non era quello di andare in discoteca per ammazzare un coetaneo!!! O ci sarebbe andato armato!)

Il suo automatismo nel confronto fisico?

IL KO.

Hai voglia “le regole dentro la palestra”… o le parole “dell’allenatore”… del “maestro”…

Se poi ti prendi “qualche colpo da chi non centra nulla”, inizi ad entrare in una “fase diversa di ALLARME”…

Lo stress emotivo “va oltre quello della gabbia o il ring” (dove l’avversario è uno solo)… ed è possibile iniziare a “provare” un “particolare tipo di paura…”

In un cocktail mostruoso che può portare a “pizzicare” l’istinto di sopravvivenza..

NON C’E’ NESSUN PIANO RAZIONALE CHE POSSA INTERVENIRE IN QUEL MOMENTO!!!

Specie in chi è abituato AD AGIRE IN PREDA AL PROPRIO STATO EMOTIVO “E SENZA PENSARCI TROPPO”!

Frame mentale “paradossalmente IDENTICO” a quelli che SUL WEB LO CONDANNANO!

Ma lui è piu’ forte ed ha “tra le mani IL KO in automatico!”

ORA è un ASSASSINO!

Mentre l’altro che NON AVEVA IL KO TRA LE MANI ma “il fegato, le palle o la SENSAZIONE DI POTERLO AFFRONTARE” è in una bara…

LUI faceva BOXE… ma forse non era così forte… e il KO tra le mani ce l’aveva SOLO NELLA TESTA e non nella mani o nei piedi!

 

Richiudiamo il cerchio FOCALIZZANDO IL DISCORSO…

Adesso ci “rendiamo FORSE” più conto che la LOGICA interconnessa alla “scelta di un corso” non è poi così banale, direi di fare un passo indietro ed estrarre dal cilindro qualcosa di “più IMMEDIATO” per capire il titolo di questo articolo…

Perchè (secondo me!) la maggior parte della gente dovrebbe indirizzare la propria scelta ad un “corso di Arti Marziali Tradizionali” (ed evitare quelli di Difesa Personale o Sport da Combattimento)

Ripeto, onde evitare equivoci e discussioni sterili in merito!

Non si tratta di tirare acqua al mio mulino, MA DI INTELLIGENZA (lo ripeto) 

Attirare ai mei corsi “persone fuori target” mi fa SOLO TRIBOLARE PER MESI, ED ALLA FINE IO NE “ESCO PARZIALMENTE SVUOTATO” E LORO DISILLUSI  O DEMOTIVATI DALLA “SCOPERTA DELLA REALTA’…”!

Per cui RAGIONARE, please…

Hai capito la questione “automatismi di prima”?

SI, prosegui…

NO, ritorna indietro e rileggi (o scrivimi chiedendo chiarimenti qualora tu ne abbia bisogno)

Se “stai leggendo alla cazzo” e non ti interessa… SCUSA MA COME DIAVOLO IMPIEGHI IL TUO TEMPO?!?!?!!? (Da Artista Marziale!)

 

Qual’è l’AUTOMATISMO che si esprime in un confronto tra “Sport da Combattimento”?

Ragionando… se allenandomi “COSTRUISCO UN’ABITUDINE” a cercare “una soluzione ad un confronto CON UN KO”…

Sono consapevole di “cosa significhi” come PREZZO DA PAGARE vivendo in un contesto SOCIALE e “non IN UN RING”?

  • Niente “arbitro che fermi l”incontro” se le cose si mettono TROPPO MALE…
  • Pubblico spettatore
  • Rischio che a forza di KO (a volte ne basta uno) subentrino danni di vario tipo…in estremis “la morte”

Ora, fatte le dovute “premesse” (che tuttavia suonano un po’ laconiche di fronte “al ragionamento”), possiamo avere un OTTIMO ALLENATORE, far parte di un’OTTIMA SCUOLA, essere OTTIME PERSONE… ma “l’automatismo c’è”!!!     CHIARO?

Dibattendo con “altri insegnanti di arti marziali”, più o meno “il senso comune” ruotava attorno al “ma perchè rischiare tanto”?

A “mente ferma”, i NUMERI PARLANO CHIARO:

…rispetto alla quantità di atleti che scelgono QUELLA VIA, in effetti I MORTI sono molto pochi…

…i danni permanenti conseguenti “alle botte”, invece sono molti di più… tuttavia… indagando caso per caso, sono certo che OGNUNO HAI DEI “VALIDI MOTIVI”…

Che poi si riveli la via “più intelligente” per soddisfare le reali esigenze scaturite da QUEI MOTIVI, ho i miei seri dubbi…

Ma questo è un altro discorso…

La cosa che tuttavia ha destato profondamente il mio interesse, è stata la REAZIONE PIU’ O MENO GENERALIZZATA (anche da “sedicenti esperti del settore”!) che vuole ALLA GONIA “quello in grado di mettere KO”… e quello che l’ha subito “COME VITTIMA DI UNA BESTIA… ANZI 3!!!” (peccato che i 10 secondi di video dicano tutt’altro!)

Ma addirittura “hanno visto” in quei 10 secondi COSE CHE NON CI SONO!!!!

E quell’unica volta che mi sono inventato di “parlarne” con uno (a suo dire insider al mondo marziale), mi sono trovato invischiato in una “discussione che mi ha prosciugato le energie” (e chi mi conosce SA che devo avere una sorta di centrale nucleare interna in tal senso!!!)

QUESTO è il VERO PROBLEMA!

Perchè se ci vogliono ORE ed ORE da parte di “qualcuno che ne capisce” per FAR ACCETTARE SEMPLICEMENTE DI “GUARDARE BENE A CIO’ CHE SI E’ VISTO”, capite che il problema in fondo alberga NELLA MENTALITA’ MEDIA?

Che confligge, purtroppo, con l’INTELLIGENZA … a vantaggio di un “automatismo EMOTIVO PER GIUNTA”!

In pratica, “occhio alla logica”:

NON capisco bene la situazione, la cosa mi da profondamente fastidio e SENZA RAGIONARE “passo all’azione”!

Se unisco “questa logica” ad un automatismo AL KO, e la infilo in un ambiente dove alcool/droghe imperano miste a stimoli multipli e una grande concentrazione di individui…

CHE COSA NE ESCE?

Se uno è forte METTE KO QUALCUNO…

Non lo è? …va KO!!!

I presenti che “non si rendono conto della situazione perfettamente”, intervenendo rischiano inoltre di SPINGERE “QUELLO CHE MENA” in una condizione di ULTERIORE STRESS EMOTIVO…

Portando “in quello stato” (che dovrebbe essere CONOSCIUTO MOLTO BENE da chi bazzica nella DIFESA PERSONALE!) che viene definito di “SOPRAVVIVENZA”…

Dove agli automatismi del KO si somma “l’istinto di sopravvivenza”!!!

Questo, per essere chiari, è quello che TEORICAMENTE un corso di autodifesa “che funziona” dovrebbe concretizzare negli iscritti!!!

Visto che abbiamo toccato l’argomento “self defence”, ragioniamoci!

Quando infatti ci iscriviamo “a questo tipo di corsi”, mediamente si tratta di un ambiente di tipo “para militare”, da cui vengono estratte tecniche e METODI DI ALLENAMENTO “FUNZIONALI” per i professionisti della GUERRA e della sicurezza…

Ripeto:

FUNZIONALI ai “professionisti della guerra e della sicurezza”!

PER CUI “NON CHIEDETEMI A RIGUARDO”… perchè il mio pensiero in tal senso l’ho già espresso chiaramente!!!

Ma a scanso di malintesi:

“Corso di DIFESA PERSONALE SI ma solo per chi può permettersi di ACCETTARE COME PREZZO DA PAGARE lo sviluppo di AUTOMATISMI collegati all’ISTINTO DI SOPRAVVIVENZA”.

Cosa che avviene “già” in corsi ESTREMAMENTE SELETTIVI da cui filtrano SOLO individui con DETERMINATE CARATTERISTICHE SPECIFICHE!

Non e’ certo per tutti!!!   CHIARO?

Poi (per fortuna per certi versi) la realtà “commerciale” a cui si ha accesso è talmente inefficace e lontana da “quelle dei professionisti”, che difficilmente ci scappa UN RAMBO!

Molto più facile che ne esca qualcuno di intimamente PERSUASO di essere all’altezza di affrontare “problematiche FUORI PORTATA”…

E questo è, secondo me, PERICOLOSO da una parte, e borderline sul piano ETICO da un’altra.

La SPERANZA (tutta da verificare)…

…è che ci sia ancora QUALCUNO che ha voglia di investire tempo ed energie per “far riaffiorare” l’IMMENSO PATRIMONIO di cui le arti marziali tradizionali sono IN TEORIA portatrici…

Se la STORIA ha testimoniato da un lato il “dramma delle guerre”, dall’altro ( e specialmente attraverso le arti marziali tradizionali) ne ha ricavato una FONTE INESTIMABILE DI VALORE…

Ed in un’epoca come quella contemporanea, dove “i combattimenti” avvengono sempre più attraverso la TECNOLOGIA e sempre meno sul “piano fisico/umano”, ha veramente POCO SENSO rincorrere l’idea di una funzionalità reale nel SAPERSI DIFENDERE…

Caratteristiche ambientali, giuridiche e personali, sono sempre più distaccate dalla “realtà animale” in cui I CONFRONTI necessitavano (e necessitano) di uno scontro…

Tuttavia, è innegabile che qualcosa di “atavico” venga soddisfatto nelle esigenze più profonde e di livello più infimo… in questi “confronti”!

E’ la modalità ad essersi “marcita generazione dopo generazione” (come spiego nell’altro articolo)

Anche a causa di una globalizzazione che sembra aver “rinnegato” l’utilità dei confini e sdoganato l’idea “NO LIMIT” divenuta ormai di moda…

Pugni e calci? Lame? Bottiglie rotte? Pistola?

Questo genere di “porcata patrimonio di VIGLIACCHI e VILI” , di delinquenti ma anche di “persone per bene, ma EDUCATE MALE”, che vogliono averla VINTA A TUTTI I COSTI e CON OGNI MEZZO, sta oggettivamente sfuggendo di mano!

I limiti e i confini servono…

La stessa natura se ne serve per “distinguere le stagioni” e regolamentare l’ARMONIA DEL TUTTO….

Persino nel TAO, YIN e YANG sono distinti… il fatto che che “interagiscono armoniosamente” è frutto di “qualcosa di INTELLIGENTE” che non esiste laddove CONSAPEVOLEZZA ed EFFICIENZA non sussistano…

SOSTANZA più che FORMA…

Laddove si ripudiano “limiti e disciplina” APPLICATI ALLA SOSTANZA (non alla mera “formalità”!), i problemi continueranno ad emergere INEVITABILMENTE…

Se ci aggiungiamo la SOLA CURA dell’aspetto formale e l’idea della sola efficacia in combattimento, il VALORE delle Arti Marziali andrà perso…

Nell’OBLIO DI UN MERCATO “CHE DEVE VENDERE ESCLUSIVAMENTE CIO’ CHE I CLIENTI VOGLIONO COMPRARE”!

Questo RIDUCE IL PATRIMONIO DI INTELLIGENZA, FILOSOFIA, MORALE, ETICA, PSICOLOGIA, CRESCITA PERSONALE, AUTOREVOLEZZA, SOCIALITA’, CONOSCENZA, INTERAZIONE delle Arti Marziali ad una misera corsia di un SUPERMERCATO “MEGLIO SE DISCOUNT” (per giunta!)

Poi non ci si lamenti!

O ci si “mostri  in tutta la PATETICA VEEMENZA DA BOIA MEDIATICO” che ha imperversato in questi giorni sul web…

“Le Arti Marziali NON SONO IL MERO COMBATTIMENTO”!

C’è molto di più della “preparazione fisica”…

Molto di più del combattimento, del confronto fisico e “DELL’IDEA DI DOVER PER FORZA SOPRAVVIVERE AD UNO SCONTRO”!

… in GUERRA CI PUO’ STARE, ma “in una società civile”  rischia di “proiettare LA PROPRIA IDEA RISOLUTIVA” in eventi FUTILI… “enfatizzati” da CONTESTI RICCHI DI ECCESSI (ed in cui “Il livello di consapewvolezza sociale E’ TROPPO VARIEGATO!) che tra l’altro caratterizzano la NORMALITA’ DEi giorni nostri! 

Una “Buona arte marziale” VERAMENTE UTILE alla vita che la maggior parte di noi vive, è quella in cui LO SCOPO PRIMARIO “NON E’ ELIMINARE IL PROPRIO AVVERSARIO”, ma GRAZIE AL CONFRONTO CON ESSO “far emergere i propri limiti” e MIGLIORARE SE STESSI.

E questa deve essere UNA REGOLA PRATICA! Non un DOGMA SORDO o una REGOLA MORALE scorrelata alla pratica!

NESSUN “KO” COME AUTOMATISMO per definire il “vincitore di un confronto”!

 

COL KO, nella vita al di fuori della GUERRA o del RING, “perdono tutti”!

LE VERE “BESTIE” NON sono quelle CHE NON HANNO A DISPOSIZIONE UNA BUONA L’INTELLIGENZA… (animali)

Ma tutti quegli UOMINI che ce l’hanno a disposizione MA SCELGONO DI NON DARLE VALORE…

Qualsiasi sia il motivo per cui lo fanno!!!

(SPECIE A MIO AVVISO,PER TUTTI QUELLI CHE “SE LO LEGITTIMANO IN PREDA AD UNO STATO EMOTIVO!)

Ricordatelo “questo SETTEMBRE”!

 

-Zaijian-

Sergio Simoncelli Insegnante Gong Fu

                Sergio

Questa voce è stata pubblicata in ARTI MARZIALI, SVILUPPO PERSONALE e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.